Andrea Fontana è il primo Rokker che iscrive il suo nome nell’albo d’oro della Rok Shifter. La categoria Rok con il cambio ha dato ottime soddisfazioni nella sua prima stagione di attività e si è rivelata interessate ed appetibile, dimostrandosi valida sotto il profilo tecnico, permettendo di ottenere prestazioni di rilievo a costi competitivi.

L’organizzazione dello staff Vortex ha dato lo slancio decisivo affinché la Rok con il cambio spiccasse il volo ed alla Rok Cup Italia lo schieramento ha presentato un colpo d’occhio degno delle grandi competizioni. La prima finale tricolore, l’ha portata a casa un Rokker di lungo corso, Paolo Bonetti, che ha preceduto Valerio Rossi. Entrambi i primi due, essendo trasparenti, hanno ceduto titolo e premi a bravo Andrea Fontana.

La lotta al vertice ha raggiunto il momento di maggior tensione nel corso del primo giro della pre-finale, quando Bonetti e Rossi, in lotta per la supremazia, si sono leggermente urtati. Nel contatto Rossi ha la peggio, dovendo riprendere la gara dal fondo del gruppo. Fontana tiene il passo di Bonetti, lasciando presagire una finale incerta. Al verde della finale Fontana scatta prontamente al comando della corsa, ma il suo guizzo serve a poco, infatti, Bonetti e Rossi, si riprendono subito le prime due posizioni e Fontana adotta una condotta di gara conservativa e non rischia inutilmente.

Il quartetto di testa, composto dai citati Bonetti, Rossi, Fontana ed da un altro protagonista della stagione, Andrea Fortuna, compie i primi passaggi a stretto contatto. A metà gara i quattro di testa sono sgranati ed è evidente che Bonetti e Rossi non sono alla portata di Fontana. Quest’ultimo, saggiamente, bada a controllare chi lo segue, ben consapevole che il titolo ed i premi sono suoi se le cose non cambiano. Fortuna chiude comodamente alle spalle del neo campione Rok Shifter Italia Fontana ed il podio è completato da un formidabile Andrea Sciarra.

“Speedy” Sciarra chiude il week-end ottimamente, dopo che le cose no si erano messe al meglio nelle manche. Restano fuori dal podio, per pochi metri, tre Rokker, alla vigilia accreditati di ottime chance quali, Stefano Palummieri, Simone Simonti e Alessio Tagliacollo. Nell’appuntamento di Siena sono mancati nelle posizioni top, inaspettatamente, Andrea Lucioli ed Michele Bonacina.E’ stato un vero peccato non vedere questi ultimi due nella mischia delle posizioni di vertice.

Andrea Fontana, primo Campione Rok Italia ci ha descritto così le sue sensazioni dopo il traguardo: “Ovviamente avrei preferito vincere battendo Paolo Bonetti, al quale vanno i miei complimenti. Oggi non è stato possibile, ma sono contento del risultato finale. Avevo avanti a me due piloti non coinvolti nel campionato, per questo, quando ho staccato Fortuna, ho impostato un ritmo che mi permettesse di arrivare al traguardo senza compromettere la possibilità di ottenere il massimo risultato. Era inutile forzare e rischiare per fare inutili battaglie con chi non aveva nulla da perdere. La Rok Italia è stata bella, è una grande manifestazione e scrivere il mio nome nell’albo d’oro Rok è una bella soddisfazione.”


Stop&Go Communcation

Andrea Fontana è il primo Rokker che iscrive il suo nome nell’albo d’oro della Rok Shifter. La categoria Rok con […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/09/fontana_fdgdfgdfg.jpg Rok Cup – Rok Shifter: Fontana è il primo campione. Bonetti vince in trasparenza