Nell’arco di un solo week-end hanno preso il via i gironi Nord, Est ed Ovest. La Rok Cup Sud era partita già da tempo e nell’imminente fine settimana si appresta a disputare il suo terzo round stagionale sulla pista di Favara. Dell’ottimo risultato di numeri ed entusiasmo avuto sul circuito di Siena, per la prima del girone Ovest, abbiamo detto a parte, ma il record di 100 Rokker avuto per la gara del nord è un risultato da sottolineare con forza! Pochi altri campionati possono vantare un tale seguito ed un’organizzazione in grado di coordinare ben tre gare in un solo fine settimana.

ROK Cup Nord. A Lonato è partito il girone più infuocato, affollato e combattuto degli ultimi anni. A mettere il primo sigillo stagionale sono tutte “vecchie” conoscenze del paddock Rok. Si tratta del giovane campione Rok tricolore Domenico Cicognini (Mini Rok), Nicolò Liana (Junior Rok), Giuseppe Gaglianò (Rok) e del bi campione Internazionale Cristopher Zani (Super). Andrea Fontana è il primo vincitore della Rok Shifter. Categoria, quest’ultima, che ha debuttato, contemporaneamente con il girone Ovest. Le gare sono state tutte avvincenti ed incerte, grazie anche ad un numero di partenti elevato e di qualità.

Rok Shifter. La prima della Rok con il cambio è avvincente ed vede quale primo poleman Andrea Fontana, capace di fermare i cronometri sul tempo di 42.639. In pre-finale è lo svizzero Marc Freimann che la spunta su Fontana ed il best lap lo sigla Cristian Curti con 43.116. In finale si riprende lo scettro Fontana che si mette alle spalle, di soli due decimi, Freimann (trasparente) e Gianluca Bosetto. L’elvetico Peter Chuster è l’autore del giro veloce in finale con 42.757.

Mini Rok. Domenico Cicognini aveva chiuso il 2012 in un crescendo magnifico ed ora, si è presentato in forma splendida, vincendo e ponendosi come Rokker di riferimento per la categoria dei piccoli. A tentare di tenere il passo del dominatore ci ha provato Ivan Grigorev, in qualifica, Riccardo Massa, in pre-finale e Michele Drammis in finalissima. Per loro non c’è stato nulla da fare e Cicognini si è preso il massimo punteggio disponibile. Hanno completato il podio, i già citati, Drammis e Massa. Alle loro spalle hanno chiuso Jacopo Guidetti, Matteo Calà ed il rimontante Grigorev.

Junior Rok. Nicolò Liana fa subito intendere a tutti che quest’anno l’obiettivo è uno solo, vincere! Liana sigla la pole, e vicne pre-finale e finale. Nella lotta per il podio si fanno vedere i due stranieri (trasparenti) Deymon Szyszko (Polonia) e lo svizzero Yoshirdo Baumgatres, autore del secondo tempo in qualifica e best lap in finale con 44.989. In gara si vedono i migliori giovani del vivaio Rok, tra questi vi è un formidabile Matteo Greco, che chiude secondo, ed il Rok Talent in carica Federico Squaranti. Non si possono dimenticare altri giovanissimi come Lorenzo Franchetto e Ludovic Zanchi, al debutto nella Junior Rok, dopo un’ottima stagione 2012 nella Mini Rok.

Rok. Quanto mai incerta e combattuta è la Rok, con la Lady Laura Chizzoni che mette tutti in riga in qualifica, precedendo, di un soffio, l’elvetico Stefan Bar. In pre-finale Bar sale in cattedra precedendo Gabriele Volpato. La finale vede Giuseppe Gaglianò salire alla ribalta con velocità ed astuzia. Il Rok Talent 2011 scalza avversari ostici come Volpato, l’Elite Massimo Rabaglia e lo svizzero Bar, andando a prendere il primo alloro della stagione. Il secondo pilota svizzero è Weibel Dominik, quinto, che precede l’Elite 30 Marco Chiari, sempre più vicino al top della categoria.

Super Rok. Il numerosissimo plotone della Super ( richiede due manche per definire la griglia dei partenti per la finale. Nella prima manche ad imporsi è Michele Imberti, autore, anche della pole con 44.028. Nella seconda manche vince lo svizzero Shaun Voegel. La finalissima è a totale vantaggio del due volte Campione Internazionale Cristopher Zani, il quale sfrutta la sua esperienza per tenere abada Edoardo Salmaso e Daniele Basilotti. Ai piedi del podio giungono il poleman Imberti, seguito da Mattias Mellis e dall’altro bi campione internazionale Alessandro Vantini. Quest’ultimo è stato l’autore del best lap in finale con 44.176.

ROK Cup Est. Nell’apertura del girone Est ad Ortona, come programmato, ha fatto da supporto nel paddock il camion Vortex. E’ stato, questo, l’evidente segno di quanto l’organizzazione tenga alla riuscita del girone Est ed ai suoi Rokker.

Mini Rok. E’ subito Alex Nocella a prendersi punteggio pieno nella Mini Rok, con pole e vittoria in pre-finale e finale. Alle spalle di Nocella si piazzano Franco Di Pasquale e Pio Nazzario Nardella.

Junior Rok. La categoria è sempre stata ricca di piloti di valore ed anche in questa prima gara si è visto che il livello dei contendenti è di rilievo. Ad imporsi è stato il campione in carica Matteo Iacone che ha preceduto in finale Camillo Dantoni e Gianluifgi Pierucci. Quarto è arrivato Stefano D’Andrea, seguito da Leonardo Pelosi e Cesare Massa.

Rok. Si è rivisto ad Ortona un giovane che già in passato si era fatto vedere nella Rok Junior, si tratta di Eugenio Gioacchini. Gioacchini ha vinto la gara davanti all’autore della pole position e vincitore del Rookie Rok 2012, Francesco Temperini.

ROK Cup Sud. Nell’imminente week-end si correrà il terzo round della Rok Cup Sud. In pista Concordia di Favara Rosario Costa (Mini Rok), Alessio Pollara (Junior Rok), Angelo Cutrupi (Rok) ed il maltese Gianluca Dingli (Super) dovranno difendere il loro primato in classifica.


Stop&Go Communcation

Nell’arco di un solo week-end hanno preso il via i gironi Nord, Est ed Ovest. La Rok Cup Sud era […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/03/rokcup_fdgfdgfdg.jpg ROK Cup – Ottima la prima dei gironi Nord ed Est