Vecchi e nuovi volti alla ribalta del Nord Est Rok Il girone Nord Est ha esordito sul tracciato di Lonato con gare interessanti in cui a confermarsi sono stati alcuni dei protagonisti affermati. Bonetti (Rok)e, soprattutto, Vantini (Super) hanno confermato di essere già in palla.
Nella Mini si è visto un bel numero di nuovi di piloti nuovi, tra tutti spicca Mazzotti, sfidare i top driver già affermati. Lo  scontro lascia intendere che per il campionato sarà una sfida divertente ed equilibrata.

Volti nuovi a sfidare gli affermati rokker anche nella Junior. Nella classe cadetta della Rok è stato Rimoldi a mettere tutti in fila, con il campione Bensi momentaneamente relegato al secondo posto. Superano la prova del debutto stagionale le nuove frizioni e le coperture Bridgestone marchiate Rok si dimostrano efficaci e performanti.

Mini Rok

Ai nastri di partenza si è presentato uno schieramento nutrito e molto vivace con il polacco Jakub che ha siglato la pole position sulla pista fredda, ma asciutta, con 51'120, seguito dagli italiani Masotti, Durante e Buran. Nella pre-finale è stato Simone Mazzotti, seguito da Lorandi, a dettare il ritmo mentre il polacco Jakub è rimasto attardato da un contatto nel corso del primo giro.

La finale della Mini Rok ha visto una gran bagarre, soprattutto nell’arco dei primi giri, con un Mazzotti estremamente vivace, un filo più veloce dei rivali che lo precedevano, Lorandi, Jakub e Bykon. Il pilota veneto, alla guida del Parolin, dopo alcune fasi di studio, è riuscito a sopravanzare gli avversari e si è portato al comando, andando a vincere con un leggero margine di vantaggio su Alessandro Buran. Quest’ultimo è stato artefice di una avvincente rimonta, dopo essere scattato dalla penultima fila. Nell’equa divisione dei meriti, il best lap della gara è andato al terzo classificato, il polacco Czech Jakub.

Junior Rok

Nelle prove di qualifica a mettere i puntini sulle “i” è stato il giovane veneto Alex Rimoldi che ha siglato la pole con un buon margine di vantaggio sul più temibile degli avversari Matteo Zanchi. Il pilota Veneto ha girato con un fantastico 45'050, precedendo il già citato Zanchi e il danese Ivanovic, a seguire Bensi e quinto Corberi. In pre-finale Rimonldi ha bissato la sua supremazia  con mezzo secondo di vantaggio su Zanchi, Bensi e Villa Zanotti. Anche la finalissima non ha particolare storia, se non per una iniziale fiammata di Zanchi, balzato al comando nonostante un leggero malore prima del via.  Alex Rimoldi è riuscito a mettere ben presto le cose in chiaro portandosi in testa alla gara e conducendola in scioltezza, infliggendo un bel distacco all’ottimo Gabriele Bensi, campione in carica del girone. Terzo è giunto Diego Grigoletto, risalito a suon di staccatone da metà dello schieramento, quarto Ivanovic e quinto il Rookie toscano Mattia Giannini.

Rok

Nei tempi di qualifica a svettare su tutti è stato Filippo Brambilla davanti all’Over Marco Chiari, al veneto Paolo Castellan ed al polacco Kempiski.  In pre-finale Alberto Villa è emerso dalla terza fila con uno start fulminante, ha risalito il gruppo, ed è andato ad imporsi con un margine di due decimi su Filippo Brambilla e Marco Chiari. Il best lap della gara se lo è aggiudicato il giovane di casa Paolo Bonetti, scattato dall’ultima fila della pre-finale.  La finale è stata stratosferica e spettacolare, in particolar modo nei primissimi giri. Brambilla prende il comando, viene ben presto superato da Villa, intanto alle spalle dei primi la lotta è serratissima e si sfidano Chiari, Castellan, Gnudi, Rabaglia e l’arrembante Bonetti.

A metà gara Brambilla regola il duello con Villa, riprendendosi il comando, ma dietro di loro si profila la sagoma velocissima del kart di Bonetti. Quest’ultimo, sbarazzatosi degli ostici avversari Chiari, Castellan e Gnudi, punta dritto verso i primi due.  Il rush finale è entusiasmante con Bonetti che infila prima Villa e poi, con un bel testa a testa, Brambilla, andando a vincere e fregiandosi anche del best lap in gara.

Super Rok

Super Vantini domina la Super Rok. Il bi-campione iridato della categoria ha iniziato la stagione confermandosi il numero uno. Sua è stata la pole position con 44'208, ha vinto la pre-fnale e dominato la finalissima. Agli avversari non è rimasto che accontentarsi della lotta per il podio.

Paolo Baselli in pre-finale ha avuto vita dura con alcuni difficili avversari come Luca Pitton e lo svizzero Stefan Bar. In finalissima Vantini è scappato ancora una volta al comando e nulla ha potuto Baselli che si è dovuto accontentare del secondo posto. Alle spalle del campione in carica del girone è arrivato con una carica furiosa l’italianissmo dal nome esotico Edgar Kanah, arrivato in extremis a prendersi il terzo gradino del podio ai danni di Presern.


Stop&Go Communcation

Vecchi e nuovi volti alla ribalta del Nord Est Rok Il girone Nord Est ha esordito sul tracciato di Lonato […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/293_g2.jpg Rok Cup Italia – Vecchi e nuovi volti alla ribalta del Nord Est Rok