Nell’attesissima Super Rok si alternano al comando un nutrito gruppo di piloti, ma alla fine, la zampata dell’esperto campione, la piazza Riccardo Cinti, che si riscatta dopo la delusione patita nel 2011.

Inizia Michele Imberti a guidare le danze, stampando una pole fantastica, con 43.866, davanti all’esperto Lorenzo Caponi. Nei piani alti della classifica si contano titoli a go-go, con quattro campioni Internazionali, Vantini (I), Zani (I), Parkins (ZA) e Costantini (I), nelle prime quindici posizioni. Senza contare la schiera di campioni nazionali quali Caponi (I), Ercoli (I), Vogel (CH), Moss (ZA), Cinti (I) e Bensi (I).

Le premesse per vedere tanto spettacolo ci sono tutte e nelle manche arrivano una buona dose di sorpassi e tante emozioni, tutto all’insegna del grande equilibrio tra i pretendenti e della correttezza. Il Rok Talent, e poleman, Imberti si conferma in grande forma durante le manche e, con due vittorie ed un secondo posto, si prende la prima posizione della pre-finale uno. Si comporta bene anche Alessandro Vantini, il quale vorrebbe fortemente essere il primo Rokker a mettersi in tasca tre titoli internazionali. Per quest’ultimo c’è la seconda posizione con una vittoria di manche.

Gli altri top driver sono tutti compatti al vertice, con la piacevole sorpresa statunitense, James Myers, capace di balzare dal ventiquattresimo posto in qualifica all’undicesimo al termine delle manche. Nella prima pre-finale Imberti vince senza particolari problemi su Cinti, Russo ed il rimontante Stefano Villa Zanotti. La pre-finale numero due è di Ercoli, che va a comporre, con Imberti, una prima fila affamata di vittoria.

Va annotata la pessima giornata, con la conseguente estromissione dalla finale di uno dei favoriti, Caponi, out in pre-finale e, quindi, costretto a guardare la corsa dei colleghi. Stessa sorte tocca al campione in carica Zani, fuori già durante il primo giro della pre-finale uno. Un vero peccato aver perso piloti del calibro di Caponi e Zani, ma la selezione durissima che caratterizza il nostro sport non fa sconti a nessuno.

Al verde della finale Ercoli esita un attimo, percorre alcuni metri con la posteriore destra sul prato e perde terreno, Imberti, invece, parte come un razzo, tirandosi dietro Cinti e Russo. In poche tornate la coppia di testa Imberti-Cinti prende un margine considerevole sul resto del gruppo, guidato da Russo ed Ercoli. Le prime battute di gara sono vivacizzate dalla bagarre accesa per il quinto posto, che coinvolge Vantini, Moss, Bensi e Villa Zanotti. Questo quartetto con il trascorrere dei giri si sfalda. Il primo a finire out è Vantini, a metà gara, e sul finale è Villa Zanotti a fermarsi, quando è quinto.

Cinti, dopo una breve fase di studio infila, con una staccata decisa, Imberti e si copre le spalle dal pressante Ercoli. La veemente rimonta del Campione Rok Italia Ercoli si esaurisce con il sorpasso per il secondo posto su Imberti. Cinti spinge sempre fortissimo e mantiene il pericolosissimo avversario a distanza di sicurezza, andandosi a prendere il titolo. Per Cinti si tratta di una magnifica soddisfazione ed una rivincita, dopo aver perso il titolo internazionale due stagioni fa, in seguito ad una infrazione al via.

A far compagnia al neo campione Super ci sono due Rokker eccezionali, Ercoli e Imberti. Ai piedi del podio chiude Russo, anche lui autore di una gara di alto livello, intensa e priva di errori, condotta sempre con i primi nel mirino. Da non dimenticare anche la bella prova di Moss, sempre tra i protagonisti della Super, e dei due italiani Edoardo Salmaso ed Alessio Santilli. Questi ultimi due hanno fatto vedere numerosi sorpassi, risalendo dal fondo dello schieramento sino ad entrare nella top ten.


Stop&Go Communcation

Nell’attesissima Super Rok si alternano al comando un nutrito gruppo di piloti, ma alla fine, la zampata dell’esperto campione, la […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/10/726_911fgbcfg.jpg Rok Cup – International Final: Super Rok tutta per Riccardo Cinti!