Tanti piloti, 98, nella gara valevole per la Rok Cup Nord e per il Campionato Svizzero, disputatasi alla Winner di Nizza Monferrato.

Drammis vince nella Mini, ma leader di campionato è sempre Cicognini. Liana, nella Junior, vive una domenica incolore e perde qualche punto a favore di Greco e del vincitore Durante. Nella Rok Gaglianò tiene duro in testa alla classifica, in una categoria in cui Oddoero si è preso il ruolo dello sfidante numero uno. Nella Super vince una lady, la svizzera Tania Muller, Zani prende un lieve margine al vertice della classifica grazie ad una sfortunata domenica di Vantini. Bonetti nella Rok Shifter centra il successo alla seconda partecipazione nella classe Rok con il cambio.

Mini ROK. Michele Drammis (106) ce la fa a vincere e lo fa in modo autorevole, davanti ad un avversario impegnativo e mai domo come il leader di classifica Domenico Cicognini (165). Quest’ultimo è stato anche l’unico in grado di tenere il passo di Drammis nella gara alla Winner. Il resto del gruppo ha battagliato in modo spettacolare per le posizioni che vanno dal terzo in poi. La lotta per il podio e la top five è stata accesissima sino alla bandiera a scacchi, con Tommaso Sciarra (133), Riccardo Feller , Samuel Weibel, Mattia Limena (107), Riccardo Massa (106) e Matteo Calà (118), impegnatissimi a scambiarsi le posizioni ad ogni staccata, approfittando della minima distrazione degli avversari.
Purtroppo, all’ottavo giro, Calà, uno dei protagonisti del campionato, deve fermarsi. Sciarra si porta a casa un importante podio, alle spalle degli imprendibili Drammis e Cicognini. L’ultimo brivido lo regale Limena, che fulmina, con un avvincente arrivo in volata, Massa, per il sesto posto (che vale come un quarto per la presenza dei piloti svizzeri).

Junior ROK. Alla Winner assistiamo ad un’altra bella performance di Matteo Greco (147), autore della pole e vincitore della pre-finale. La gara se la porta a casa un implacabile Cosimo Durante (133), formidabile a recuperare terreno in finale, andando a vincere in modo indiscutibile. Per le chance di vittoria di Greco è fatale la bagarre del primo giro, quando il leader viene spinto fuori traiettorie ed è risucchiato dal gruppo degli inseguitori. A condurre le operazioni nelle prime tornate ci pensa il nuovo arrivato Edoardo Recchia (36), che gareggia con un motore noleggiato nel Rok Truck e chiude la gara al terzo posto, battuto soltanto dagli scatenati Durante e Greco. Dopo un ottimo secondo tempo in qualifica, il leader di classifica Nicolò Liana (191) è costretto a correre in difesa sia la pre-finale che la finale, chiudendo quest’ultima in ottava posizione. Con i punti presi alla Winner, Greco e Durante mangiano un po’ di terreno al leader Liana che, da parte sua, vanta un ottimo margine sugli inseguitori. Terzo in classifica è la formichina Ludovic Zanchi (138), capace di prendere ad ogni gara punti importanti per restare in scia ai primissimi. Stesso discorso vale per gli altri due giovani emergenti Simone Mazzotti (123) e Gustavo Zanon (105), entrambi veloci e capaci di commettere pochi errori nella furibonda bagarre della Rok Junior. Nelle ultime gare è apparso in decisa crescita anche Rocco Atlante (98), quinto alla Winner, dietro Alessio Gandolfi (83). Entrambi questi piloti sono pericolosi outsider per la fase finale di stagione.

ROK. Con la seconda vittoria consecutiva ottenuta alla Winner, Michael Oddoero (146) si è candidato come sfidante numero uno del leader Giuseppe Gaglianò (192). La finale della Winner si è aperta con una fiammata di Gaglianò, seguito dal convincente Nicolò Scaravaggi (99). Con il trascorrere dei giri Oddoero recupera il pessimo start e si riprende la testa della corsa, andando a vincere senza problemi. Alle spalle del primo si fa largo il campione tricolore Rok, Federico Moriondo, rientrato nel circus Rok e subito al vertice. Moriondo ha dovuto cedere la posizione sotto gli attacchi di un giovane Rokker emergente, Marco Bonfanti (131), secondo e sempre più vicino al vertice. Il gruppetto dei primi è stato completato dall’elvetico Stefan Bar, trasparente ai fini della classifica, ma estremamente vivo nell’azione di vertice, ad ogni gara della Rok Nord.

Super ROK. Dopo l’incandescente ultimo giro della pre-finale, con uno scambio di “favori” tra Vantini (142), il polena Imberti (155) e Costantini (134), la finale si preannuncia elettrizzante. La svizzera, e per questo trasparente, Tania Muller, dalla prima posizione si muove con freddezza, parte come un razzo, andando a vincere la gara in modo nettissimo. Alle spalle della dominatrice si fa largo Cristopher Zani (172), intelligente ed implacabile nell’approfittare della, inaspettata, situazione creatasi, con Vantini e Costantini nelle retrovie. Nella difficile lotta per il terzo posto è magnifica la rimonta di Daniele Basiliotti (125), che dopo un guai in qualifica si esibisce in uno dei suoi numeri migliori, la rimonta! Quarto chiude il giovane Luca Clerici (94) che la spunta nettamente sullo svizzero Shaun Voegel, sul leader della Elite 30 Tino Donadei e sul rimontante Alessandro Vantini. Quest’ultimo rimedia così ad una gara in cui poteva ottenere ben altro risultato, rispetto al settimo posto finale.

Shifter ROK. Nella Rok con il cambio si prende tutto Paolo Bonetti (95), autore di una gara perfetta, in cui nessuno è riuscito ad impensierirlo. A sbarrare la sarda verso il successo ci ha provato, con scarso successo, il giovanissimo Alessandro Buran (20), ritiratosi quando era sul podio. Tra gli inseguitori è stata ottima la gara di Stefano Palummieri (76), giunto secondo e bravo a resistere agli insistenti attacchi di Matteo Orengo (30) e Gianluca Bosetto (102). Michele Bonacini (143), ottenendo il sesto posto, ha recuperato qualche punto al leader Andrea Fontana (183), assente alla Winner. Nel trofeo speciale l’Elide 30 Simone Bonci, con i piazzamenti di Nizza, si è sensibilmente avvicinato alla quarta posizione, attualmente occupata da Andrea Farsetti.


Stop&Go Communcation

Tanti piloti, 98, nella gara valevole per la Rok Cup Nord e per il Campionato Svizzero, disputatasi alla Winner di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/05/619_782.jpg ROK Cup – Girone Nord: Il punto dopo il round alla pista Winner di Nizza