Altro week-end all’insegna dei numeri e dello spettacolo a Jesolo. La Rok Nord onora al meglio il quarto appuntamento sulla difficle pista Azzura di Jesolo, un tempio del karting nazionale ed internazionale. A Jesolo si rivedono sul gradino più alto del podio Cicognini (Mini Rok), Liana (Junior Rok), Vantini (Super Rok) e Fontana (Rok Shifter). La gara di Jesolo saluta la prima, meritatissima, vittoria di Michael Oddoero, nella Rok, davanti all’altro giovane protagonista Nicolò Scaravaggi.

Mini Rok. Cicognini vince ed il vertice si affolla. I primi della classe si presentano al via della finale di Jesolo nelle primissime posizioni, con Domenico Cicognini (125) determinato a riscattarsi dalla sfortuna patita nella gara di Castelletto. La gara parte, purtroppo, senza la Lady Sarina Di Lallo (75), rimasta infortunata (senza conseguenze) al via della pre-finale. Smaltito il torpore dei primissimi giri, Cicognini, impone un ritmo elevato alla corsa e prende un margine netto su tutti gli inseguitori. Alle spalle di Cicognini è avvincente la lotta per il secondo posto che oppone Jacopo Guidetti (83) a Tommaso Sciarra (99). Il bel duello si decide all’ultimo giro a favore di Guidetti. Mattia Sergio Limena (77) risolve a suo favore un altro testa a testa, quello per il quarto posto, che lo oppone a Nicola Placa (78). Con il successo di Jesolo, Cicognini è anche il primo ad ottenere due successi in questa stagione e si riporta al vertice della classifica assoluta. La quarta gara stagionale, oltre ad aver fatto risaltare la velocità e la bravura dei Mini Rokker, ha evidenziato l’enorme correttezza di tutti. In pista non sono mancati accesi duelli e staccate al limite, ma mai, si è assistito a scorrettezze o a comportamenti sopra le righe.

Junior Rok. Chi fermerà Liana? Dopo la parentesi della 7 Laghi, Nicolò Liana (169) torna a dettare legge, prendendosi tutto! Il trevigiano Liana non ha rivali e non teme neanche la grande giornata dell’altro veneto Tommaso Basso (98). Liana vince senza problemi precedendo Basso e Cosimo Durante (90). A quest’ultimo va la palma della combattività, infatti, Durante ottiene il terzo posto dopo una positiva gara, in cui regola Gustavo Zanon (88), Lorenzo Franchetto (55), Michael Muller e Ludovic Zanchi (114). Certamente positiva è stata la prova di Zanon, quarto, e la rimonta di Matteo Greco (102). Purtroppo, Greco, dopo essersi posto come l’anti Liana in pre-finale, è stato sfortunato al via della finale e si è visto costretto a correre una gara tutta all’attacco, per rimontare. Alle spalle del leader di classifica Liana, è sempre più accesa la bagarre per la piazza d’onore tra gli scalpitanti Zanchi, Simone Mazzotti (104), Matteo Greco e Tommaso Basso e Cosimo Durante.

Rok. Il nuovo che avanza: Oddoero e Scaravaggi. Su una pista difficile, che premia capacità di guida e doti di messa a punto, è un Rokker DOC a vincere, Michael Oddoero (96). Il giovane Oddoero vince senza farsi mancare niente. In qualifica sigla la pole, in pre-finale vince ed in finale, tanto per rendersi la domenica più vivace, si fa infilare al via da Giuseppe Gaglianò (161) e Nicolò Scaravaggi (69). In poche tornate Oddoero rimette le cose al loro posto, si riprende la testa dopo un acceso duello con Scaravvaggi e controlla il rivale sino alla bandiera a scacchi. Scaravaggi si conferma come uno dei giovani in maggior ascesa della categoria, uno dei Rokker, assieme ad Oddoero, da tenere sotto controllo nel futuro. Giuseppe Gaglianò ha messo a frutto tutto il suo acume tattico e la sua lucidità e, dopo aver combattuto con i due rivali, non si è perso in rischiosi duelli, accontentandosi del terzo posto. La leadership di Gaglianò, dopo Jesolo, si è rafforzata anche in virtù degli stop degli inseguitori diretti Marco Bonfanti (93) e Massimo Rabaglia (99). Sulla pista Azzura si è confermata come pericolosa presenza lady Laura Chizzoni (110), artefice di un quarto posto sudato sino all’ultima curva ed ora seconda nella generale. In questa categoria si assiste anche al confronto diretto tra i due Elite 30 Massimo Rabaglia (1622) e Marco Chiari (1496), entrambi autori di gare sempre molto tirate al vertice. Il loro duello sarà appassionante ed incerto sino all’ultima gara della stagione, ne siamo certi.

Super Rok. Dietro Vantini è lotta feroce. Alessandro Vantini (125) a Jesolo si è presentato in grande forma ed ha ammutolito gli avversari con una prova maiuscola. Il bi campione internazionale ha vinto la gara partendo dal palo e lasciando poco spazio agli avversari. Nelle prime battute si è fatto vedere il leader di campionato Cristopher Zani (125), che è salito sino al secondo posto. Purtroppo per Zani la corsa è finita anticipatamente a causa di un guasto. Se la gara di Vantini è stata noiosa, ci hanno pensato Gabriele Bensi (87), Edoardo Salmaso (116), Daniele Basiliotti (92), Alessio Costantini (118), Tanja Muller e Mattia Melis (69) a dare un grande spettacolo. Questo gruppo di piloti, tutti fortissimi, non si è risparmiato, compiendo sorpassi e staccate a ripetizione, sino all’ultima curva. Alla fine è stato Gabriele Bensi ad avere la meglio su Salmaso e Basiliotti. Proprio Bensi è stato autore di una gara magnifica dall’ultima posizione. Ottima è stata anche la gara di Basiliotti, che dopo essersi avviato lentamente dalla prima linea, ha sfoderato grinta e velocità, chiudendo quarto, alle spalle del combattivo Salmaso. Dopo la gara di Jesolo anche il vertice della classifica si è compattato, con ben cinque piloti racchiusi in soli venti punti! Questi sono Zani, Vantini, Costantini, Salmaso e D’Abramo.

Nella Elite 30 non ha rivali Tino Donadei, primissimo, a 1.407 punti. Ben più agguerrita è la lotta per la piazza d’onore, con il toscano Jacopo Vanelli (965) che precede Luca Essant (906), Tonino Leuzzi (760) e Gianluca Todeschini (712).

Rok Shifter. Tris di Fontana. Andrea Fontana (183) vince una gara tiratissima della Rok Shifter, precedendo una “vecchia” conoscenza Rok, il neo ventenne Paolo Bonetti (45). La gara si decide al verde, con Fontana che scatta magnificamente, lasciandosi alle spalle il poleman Bonetti ed il combattivo Michele Bonacina (116). Sono proprio Bonetti e Bonacina che animano la prima parte di gara con un bel confronto che si risolve a favore di Bonetti. Nei giri finali il leader Fontana tiene un ritmo elevato e rintuzza gli assalti di Bonetti, portandosi a casa la terza vittoria della stagione, dopo Lonato e Pomposa. Ottimo è stato il debutto nella categoria con il cambio del giovane Tagliacollo (30), non lontano dai rivali più esperti.


Stop&Go Communcation

Altro week-end all’insegna dei numeri e dello spettacolo a Jesolo. La Rok Nord onora al meglio il quarto appuntamento sulla […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/rok_cup_nord_jesolo_kart_karting_sdfsdfsd.jpg ROK Cup – Girone Nord: Grande spettacolo! Jesolo è sempre Jesolo