Primi verdetti dal South Garda Karting di Lonato, dopo una mattinata bagnata la ROK CUP International Final ha visto Di Mauro (Shifter), Hansen (Super), Favaro (Senior), Brigatti (Junior) e Mallet (Mini), ottenere i migliori crono assoluti.

Tante le sessioni di qualifica della mattinata, tutte e cinque la categorie hanno dato vita alla prima battaglia contro il cronometro per assicurarsi le migliori posizioni di partenza in vista delle manches di qualificazione.

Per la categoria Rok Shifter, miglior tempo dell’italo brasiliano Gaetano Di Mauro (Kosmic/Vortex) in 58.877, tempo valevole per la pole del gruppo A. Secondo, terzo e quarto miglior tempo assoluto per le altre tre  pole position dei gruppi B, C e D con Nicola Marcon (Tony Kart/Vortex) e Alessandro Buran (CRG/Vortex) e Noha Milell (Exprit/Vortex), nell’ordine.
Nel gruppo A ale spalle del pole man Di Mauro, completano il podio virtuale Kristijan Habulin (Tb Kart/Vortex) e Juan Acosta (Birel Vortex). Stesso discorso nel gruppo B con Federico Squaranti (Tony Kart/Vortex) e Danilo Albanese (Tony Kart/Vortex). Top 3 Gr. C completato con  Antoine Bottiroli (GP/Vortex) e VJ (PCR/Vortex), chiude il D che vedrà al secondo posto Rubens Barrichello (BirelArt/Vortex), terzo Mattia Melis (Maranello/Vortex).

Super Rok capitanata dal pole man Casper Hansen (Tony Kart/Vortex) grazie al miglior giro cronometrato in 59.372. Alle spalle del kartista danese, il duo italiano Carlo Aldera (Tony Kart/Vortex) e Riccardo Cinti (FA/Vortex), pronti a dare battaglia nelle manche di oggi e domani. A piedi del podio virtuale Jacopo Gheno (Tony Kart/Vortex) quarto davanti a Mattia D’Abramo (Tony Kart/Vortex) a completare la Top 5.

Altri quattro i gruppi protagonisti della Senior Rok, prima pole per il gruppo A e miglior tempo assoluto ottenuto da Simone Favaro (Tony Kart/Vortex), 1’00.546 per l’italiano. Pole del gruppo B per Alessandro Di Cori (Tony Kart/Vortex) ad un passo da Favaro. Seguono con le altre due pole position disponibili, Szymon Szyszko (Kosmic/Vortex), campione in carica, e Cristian Comanducci (Tony Kart/Vortez), migliore del quarto ed ultimo gruppo.

Tanta la lotta nella Junior Rok grazie a ben cinque raggruppamenti, per via di 86 partecipati. Prestazione assoluta etichettata Alessandro Brigatti (TB/Vortex), autore del crono 1’01.686. Kacper Szczurek (Kosmic/Vortex) primo per il gruppo B, Danny Carenini (Tony Kart/Vortex), già protagonista nel 2015 partirà primo per il gr. C. Chiudono i gruppi D ed E con Gezha Sudirman (BirelArt/Vortex) e Jack Doohan (Kosmic/Vortex), figlio di Mick, presente a Lonato.

Conclude il programma la sempre spettacolare e soprattutto numerosa, Mini Rok. L’elevato numero di iscritti ha costretto gli organizzatori a dividere l’entry list in ben 10 gruppi (dalla A alla L).
Pole position per:
Evann Mallet (Tony Kart/Vortex), gruppo A.
Jakub Szablewski  (Exprit/Vortex), gruppo B.
Luigi Coluccio (Tony Kart/Vortex) gruppo C.
Dmitry Ignatov (Energy/Vortex), gruppo D.
Tymoteusz Kucharczyk (CRG/Vortex), gruppo E.
Paolo Ferrari (Energy/Vortex), gruppo F.
Gabriele Minì (Energy/Vortex), gruppo G.
Antonio Lagrotteria (Exprit/Vortex), gruppo H.
Michael Paparo (IPK/Vortex), gruppo I.
Luca Bosco (Tony Kart/Vortex), gruppo L.

Credits: ROK CUP
Simone Corradengo


Stop&Go Communcation

Primi verdetti dal South Garda Karting di Lonato, dopo una mattinata bagnata la ROK CUP International Final ha visto Di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/10/CvNkEGiXgAAiS7A.jpg-large-e1476972343958.jpg ROK CUP Final, qualifiche: Miglior tempo assoluto per Di Mauro (Shifter), Hansen (Super), Favaro (Senior), Brigatti (Junior) e Mallet (Mini)