Si è conclusa l’undicesima edizione della Rok Cup International Final. Un’edizione magnifica, in cui si è avuto il primo campione della categoria Rok Shifter, il record di presenze (288 Rokker), il top di nazioni rappresentate con 5 continenti.

Le finalissime sono state tirate oltre l’inimmaginabile e non sono mancati i sorpassi, lo spettacolo e qualche piccola polemica, come nelle migliori competizioni che si rispettino.

Abrusci ha vinto una magnifica gara della Mini con Watt e Azman, ad accompagnarlo sul podio. La Junior Rok è stata vinta da Cosimo Durante, ma una penalizzazione inflittagli per comportamento aggressivo, di tre secondi, ed il conseguente appello presentato dal pilota, ha congelato tutto.

Dietro Durante sono giunti Di Cori, Albanese ed Elpiytia. La Super è stata tutta tirata sulla lotta tra Cinti ed i due giovani Ercoli ed Imberti. Bonetti ha dominato la Shifter, precedendo un vigoroso Cioffi e l’Elite 30 Tonoli. La Rok è andata ad un fedelissimo della categoria, l’elvetico Stephan Bär. Secondo, ad un soffio ha chiuso Carlo Aldera. Il podio è stato completato dal velocissimo polacco Frankowski.


Stop&Go Communcation

Si è conclusa l’undicesima edizione della Rok Cup International Final. Un’edizione magnifica, in cui si è avuto il primo campione […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/10/721_906gvhg.jpg Rok Cup – Abrusci, Bar, Cinti e Bonetti i campioni dell’International Final