Dopo la WSK International Series, dopo il Campionato Europeo CIK-FIA, con l’Open Masters 2009 si è completato oggi, al Circuito Internazionale La Conca, il trittico dei maggiori eventi del karting. Se le prime due manifestazioni hanno aperto la stagione a livello internazionale, il terzo appuntamento dell’Open masters, che ha offerto gare ad alto livello agonistico, ha presentato il top dei piloti tricolori, ansiosi di emergere in questo sport per cimentarsi, finalmente, anche sul terreno straniero.

Come già in passato, anche oggi, a la Conca, sono intervenuti gloriosi personaggi del mondo sportivo: l’argentino Claudio Caniggia, vicecampione del Mondo con la Nazionale del suo Paese ai Mondiali 1990, è stato presente per seguire suo figlio Alexander, impegnato in KF2. Il giovane Caniggia non è stato stavolta fortunato, mancando l’accesso alla Finale. Ma suo padre non ha mancato di seguire tutte le gare da bordo pista.

Le Finali hanno riservato più di una sorpresa, a incominciare dalla KF3. Il pescarese Loris Spinelli (Tony Kart-Vortex), partito il pole position dopo aver vinto la Prefinale, ha retto in testa per metà gara, dovendo poi cedere la leadership all’arrembante trapanese Rosario Ingoglia (Exprit-Vortex), che ha dominato fino al traguardo. Negli ultimi giri, Spinelli ha poi perduto anche la piazza d’onore, superato dal giovane indonesiano Kevin Susilo (DR-Iame).

In KF2 contava in una ottima performance Edolo Ghirelli (Tony Kart-Vortex), giovane promessa di Fasano (BR). Dopo aver soffiato la vittoria in Prefinale al fratello Vittorio, che aveva dominato nelle manches, il pugliese ha dovuto fare i conti con il chietino Mirko Luciani (Tony Kart-Vortex), partito al suo fianco in prima fila. Quest’ultimo è scattato meglio al via, conducendo indisturbato per l’intera distanza. Con Luciani netto vincitore, Edolo Ghirelli ha badato a tenersi stretto il secondo posto, utile ai fini del campionato, davanti al temibile sanremese Emanuele Pagani (Tony Kart-Vortex), buon terzo. Sesto, al termine di una gara impegnativa, è stato il tarantino Alessandro Spenga (Kosmic-TM), che mantiene la leadership in campionato davanti a Ghirelli. Migliore dei locali è stato il pilota di Racale (LE) Nazareno Gatto (FA Kart-Vortex), che ha concluso nono.

La KZ2 è stata letteralmente dominata dal veronese Riccardo Piccoli (CKR-TM), che ha condotto per l’intera distanza. Nella più accesa lotta che si è svolta alle sue spalle, protagonista è stato il cosentino Leonardo Fuoco (CRG-TM), che dalla ottava posizione di partenza ha recuperato fino al secondo posto. Bravo anche il romano Tiziano Tulli (Tony Kart-TM), che nella seconda metà gara ha guadagnato il podio.

Un altro romano, Riccardo Cinti (Kosmic-Vortex), si è fatto notare, stavolta in 100 Italia. Cinti ha recuperato progressivamente fino a strappare la leadership, all’ultimo giro, al milanese Boris Cosentino (Tony Kart-TM). Una penalizzazione di 10”, comminata allo start della gara, ha però retrocesso il laziale in sesta posizione. Cosentino, esausto negli ultimi giri, ha a sua volta perso la vittoria, per un sorpasso subito in extremis dal modenese Paolo De Simone (Maranello-TM) che ha così vinto la gara. Terzo l’ascolano Andrea Fortuna (Birel-Iame).

Un’altra penalità, nelle medesime circostanze, ha retrocesso al terzo posto il padovano Massimo Mazzali (Maranello-TM), che aveva dominato la gara della 125 Italia. La vittoria è così passata al casertano Antonio Marrocco (Birel-TM), che in gara ha costantemente condotto davanti al modenese Simone Bartolini (Spirit-TM), salito sul secondo gradino del podio.

Nella foto, Alessandro Spenga (Kosmic-TM) leader nell'Assoluta della KF2


Stop&Go Communcation

Dopo la WSK International Series, dopo il Campionato Europeo CIK-FIA, con l’Open Masters 2009 si è completato oggi, al Circuito […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Spenga_KF2.jpg Open Masters – Round 3 – Muro Leccese – Finali: Ingoglia, Luciani, Piccoli, De Simone e Marrocco i vincitori di tappa