Numeri molto positivi per il 1° round del Trofeo Nazionale, che ha visto i successi di Leone (OK1, DD Under), Laino (Birel, DD Over), Maxa (Praga, Shifter Under) e Pagani (Kosmic, Shifter Over).

Più di 40 piloti al via nelle due categorie Kart Grand Prix per il 1° round del Trofeo Nazionale, che il 3 marzo ha preso il via sul circuito di Viterbo, è un dato oggettivamente positivo per il Trofeo promosso dalla BMB in costante ascesa nel panorama del karting.

Alla base di questo successo, un Regolamento apprezzato da team e piloti e un’ottima organizzazione e promozione degli eventi agonistici. Per quanto riguarda il Regolamento, è molto apprezzata la libertà di telaio e di gestione dei performanti motori BMB (modello HAT per la Direct Drive e modello HAZ per la Shifter), che consentono ai team e ai piloti di mettere “in campo” la propria esperienza.

Le gare godono di un’eccellente organizzazione, della diretta televisiva su Primocanale Sport e del servizio di streaming sul sito web ufficiale del Trofeo. Il Trofeo Nazionale, iniziato a Viterbo sarà articolato su 9 round e toccherà ben 6 regioni diverse per concludersi a Pomposa il prossimo 22 Settembre. Agli appuntamenti nazionali si aggiungono anche tre Trofei Regionali (con contenuti organizzativi più promozionali), un meeting Internazionale ad ottobre ed un Winter Trophy a novembre. Sotto l’aspetto sportivo, la gara di Viterbo ha posto in evidenza tanto nomi conosciuti del circus Kart Grand Prix quanto nuovi potenziali protagonisti per una stagione che si annuncia avvincente. Nella categoria Direct Drive Under il successo è stato conquistato da Matteo Leone (team FG Racing – telaio OK1), seguito da Leonardo Grison (team FG Racing – telaio Tony Kart); nella Over si è imposto Vincenzo Laino della Rubicone Corse davanti a Danilo Lucchese (FG Racing), entrambi in gara con telai Birel. La categoria Shifter, invece, ha visto il successo di Radim Maxa (team RTC Rotalmet MTS – telaio Praga) tra i piloti Under e di Marco Pagani (telaio Kosmic) tra gli Over.

KGP Direct Drive – Leonardo Grison ha guadagnato la prima pole stagionale (assoluta e tra i piloti Under) dopo le fasi di qualificazione e accumulando solo 3 penalità, favorito anche dal doppio provvedimento della direzione di gara al termine della manche nei confronti di Leone (velocità elevata in partenza) e di Zani (mancato allineamento). Nella finale Grison ha dimostrato bravura sia in partenza che nelle prime fasi di gara guidando il gruppo e controllando Giliberti, ma al 16° giro è stato Leone a portarsi al comando dopo un costante pressing sul leader e vincendo in questo modo la gara. Per Leone si tratta di un successo che lo conferma tra i più autorevoli pretendenti al titolo, così come il suo team FG Racing per il Trofeo Top Team.

Ottima anche la corsa di Fabio Giliberti (telaio Tony Kart), giunto 3° al traguardo davanti a Matteo Zamporlini (team Modena Kart Service) e Chiara Felici (team Gimmi Bruni), entrambi su telai CRG e protagonisti di un confronto avvincente durato per tutta la gara. Al 6° posto ha chiuso Alberto Intersimone (team FG Racing – telaio OK1), autore di un bel recupero dopo essere stato costretto al ritiro nella manche, mentre in 7ª posizione si è classificato il debuttante Jonathan Cecotto con telaio Tony Kart. In 8ª posizione ha chiuso Daniele Peruzzi (team Parolin Racing Kart – telaio Parolin), mentre il 9° posto assoluto ha consegnato il successo Over a Vincenzo Laino (team Rubicone Corse – telaio Birel), bravo a rimontare dal fondo del gruppo dopo un contatto avvenuto alla partenza. A seguire si sono classificati Andrea Bagnato (team Quirci Racing Team – telaio First), penalizzato da 10″ per mancato allineamento in partenza, e Federico Marasci (team Turriziani – telaio Birel) e Danilo Lucchese (team FG Racing – telaio Birel) che, con il 12° posto assoluto, ha fatto sua la 2ª posizione tra i piloti Over. Sempre per la categoria Over, Alessandro Centi (team Turriziani – telaio CRG) si aggiudica il 3° posto e il debuttante Francesco Benelli (team Maccaferri – telaio Top Kart) la 4ª posizione, seguito da Cavini (team Mediatica – telaio Birel) e Lanci (telaio Tony Kart).

KGP Shifter – Dopo le fasi di qualificazione, Daniele Tarani (team CIK – telaio Maranello) si è aggiudicato la prima pole position stagionale, risultando il più veloce di tutti nelle prove cronometrate e nella manche. Alle sue spalle si sono posti in evidenza Marco Pagani (telaio Kosmic), debuttante e proveniente dalla classe Direct Drive, e Stefano Fiorato (team RTC Rotalmet MTS – telaio Praga), rispettivamente 2° e 3° in griglia. Al via della corsa, però, Tarani ha avuto un’esitazione sfilando solo 5°, mentre Pagani si è portato al comando davanti a Marcucci (team Ippoliti Racing Team – telaio Zanardi), Fiorato e Maxa (team RTC Rotalmet MTS – telaio Praga). Proprio Maxa, dopo aver avuto un problema ad una gomma nella manche, in Finale è stato tra i più veloci e al 4° giro aveva già raggiunto il 3° posto dopo un sorpasso ai danni di Marcucci. Nel frattempo anche Tarani ha iniziato la sua rimonta, scavalcando a propria volta Marcucci, mentre Fiorato si è fermato per un problema tecnico prima di metà gara. Poco dopo è stato costretto al ritiro anche Marcucci, mentre nel trenino di testa si sono inseriti molto bene Riccardo Savoia (team RTC Rotalmet MTS – telaio Praga) e Luca Guerini (team Rubicone Corse – telaio Spirit). Nelle fasi finali il pubblico ha assistito a un testa a testa avvincente tra il leader Pagani e Maxa, con quest’ultimo che si è dovuto guardare le spalle fino alla bandiera a scacchi da Tarani. Ma le posizioni sono rimaste invariate con Pagani che ha vinto la gara (classificandosi 1° per la classifica Over), mentre Maxa con il 2° posto è stato il vincitore della graduatoria Under davanti a Tarani. Al 4° posto ha concluso un’ottima gara Savoia, mentre al 5° posto si è classificato Guerini. A seguire il giovanissimo Matteo Giardino (team RTC Rotalmet MTS – telaio Praga), ha concluso la gara del debutto in 6° posizione, quindi Pietro Sebastiani (team Turriziani – telaio Crg) al 7° posto assoluto e 2° per la categoria Over davanti a Gianluca Ranieri (team Rubicone Corse – telaio Birel). Sempre per la classe Over, il 4° posto è andato ad Andrea Pagliai (team DBM Racing – telaio Parolin), mentre il 5° e 6° posto sono stati conquistati da Antonelli (Team Modena Kart Service – telaio Energy) e De Marco (team RTC Rotalmet MTS – telaio Praga).


Stop&Go Communcation

Numeri molto positivi per il 1° round del Trofeo Nazionale, che ha visto i successi di Leone (OK1, DD Under), […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/03/kartgrandprix_husdhfuosodf.jpg Kart GP – Più di quaranta piloti al via della prima prova tricolore