Nel weekend del 4 Dicembre il circuito internazionale di San Carlos ha ospitato la 8ª edizione del Campionato Panamericano Easykart, il più importante e prestigioso meeting del momomarca di casa Birel in Centro America. Oltre 140 piloti in rappresentanza di 15 diversi paesi si sono sfidati per i titoli delle 4 classi Easykart: 60cc, 100cc, Light e Heavy. In pista è scesa anche la categoria propedeutica 50 Training, che ha visto più di 10 bambini confrontarsi nel consueto programma promozionale seguito dai formatori di Easykart Venezuela. Proprio la società diretta da Mauricio Baiz è stata il “motore” di questo spettacolare evento, che ha previsto presso il circuito oltre alle gare di kart, anche un concerto con oltre 5 mila spettatori

 La coreografia e i servizi offerti ai piloti sono stati eccezionali, basti pensare che, sulla tribuna principale, è stata allestita una hospitality con catering e open bar per tutti gli addetti ai lavori e per gli sponsor, inoltre, nel corso della manifestazione è stato organizzato anche un raduno Porsche che ha visto più di 50 supercar colorare il circuito di San Carlos.

Va anche detto che in qualità di “guest star” e osservatore è stato presente all’evento Luca Baldisseri, coordinatore del programma Ferrari Driver Academy: il dirigente della casa di Maranello si è detto sorpreso dagli standard organizzativi dell’evento e dal valore dei piloti impegnati in gara e ha anche parlato con gli organizzatori a lungo circa la possibilità di creare una filiera tra il progetto Easykart e l’automobilismo. Una grandissima attenzione è stata prestata all’evento anche dai media nazionali e internazionali, grazie alle varie televisioni, giornalisti e fotografi accreditati. Sotto il profilo tecnico sono stati fatti grandi sforzi dall’organizzazione per offrire ai piloti provenienti dall’estero il servizio di noleggio kart direttamente in pista e proprio questa iniziativa (svolta in collaborazione con la Birel Motorsport) ha consentito di vedere in pista piloti provenienti dall’Argentina, dal Brasile, dal Chile, ma anche dall’Europa, come il Campione Internazionale della 125 Light, Luca Hirst, o il giovane spagnolo Mostajo impegnato nella 100cc.

Dal punto di vista agonistico, invece, i titoli 2011 del Campionato Panamericano sono andati al venezuelano Sebastian Fernandez nella classe 60cc, pilota già inserito nel programma a sostegno dei giovani Birel, che ha preceduto sul traguardo Jeremy Henriquez; nella classe 100cc, invece, è sventolata la bandiera argentina grazie al successo di Ricardo Degoumois su Lucas Carabajal e Mikel Mostajo, mentre le classi 125cc hanno visto imporsi Bruno Pali nella Light e Facundo Casse nella Heavy.
 
Nella classe 60cc si sono posti in evidenza fin dalle qualifica i venezuelani Sebastian Fernandez e Jeremy Henriquez, con il primo che è apparso in stato di grazia andando a cogliere la pole position nelle prove cronometrate e anche la vittoria nella manche di qualificazione. Il connazionale Henriquez si è classificato alle sue spalle, così come hanno brillato Ian Rodriguez del Guatemala e ancora il venezuelano Grillet. Quest’ultimo, però, nella manche del mattino è rimasto coinvolto in un contatto e per la Finale ha dovuto prendere il via nelle ultime file. In finale Fernandez si è confermato superiore a tutti, sfilando al comando davanti a Henriquez, per poi alzare gradualmente il ritmo facendo segnare più volte il giro più veloce della corsa, fino a concludere la gara con 5″ di vantaggio sull’avversario diretto. In questo modo Sebastian Fernandez si è confermato campione Panamericano di categoria, dopo che aveva già fatto suo l’alloro nell’edizione disputata in Colombia. Ottime anche la gara di Henriquez e Rodriguez, rispettivamente 2° e 3° classificati, piazzamenti che confermano questi due piloti tra i più promettenti della categoria in chiave 2012. Positiva anche la gara del pilota Argentino Esteban Cistola, 4° classificato dopo un arrivo in “volata” con il venezuelano Santiago Terife, giunto alle sue spalle per soli 55 millesimi. A seguire, ha disputato una gara da protagonista anche Moscardini, 6° classificato davanti a Brea e Castro, mentre Diaz e Fabrega hanno completato la top ten con il 9° e 10° posto. In 1prima posizione ha chiuso la propria rincorsa Ruben Grillet, mentre al 12° posto, Bosco ha preceduto il colombiano Camacho.
 
Nella classe 100cc il mattatore delle prove cronometrate è stato lo spagnolo Mikel Mostajo, mentre nella manche è stato Mauricio Baiz a imporsi di misura proprio su Mostajo; ma nel corso delle verifiche tecniche entrambi sono stati esclusi dalla classifica per un particolare non conforme, retrocedendo a centro gruppo nella griglia di partenza della finale. La prima fila, quindi, si è colorata di bianco e azzurro argentino, con Carabajal e Degoumois davanti a tutti. Al via della corsa un contatto ha coinvolto Gomez, Abadi e Baiz, che hanno subito dovuto dare l’addio alle proprie ambizioni, mentre Mostajo è scattato molto bene inserendosi al 5° posto immediatamente alle spalle dei primi guidati da Degoumois; lo spagnolo al 7° passaggio si porta addirittura al comando, ma un contatto con Gomez lo retrocede nuovamente al 4° posto. Al comando, invece, si è insediato Carabajal, ma nel corso dell’ultimo giro Mostajo riprova un ultimo attacco che, però, favorisce Degoumois che si presenta al comando sotto alla bandiera a scacchi. L’argentino si è così laureato Campione Panamericano della classe 100cc davanti al connazionale Carabajal, mentre Mostajo ha chiuso in 3ª posizione precedendo il colombiano Garzon. A seguire, ottima gara anche per Menvielle che chiude al 5° posto una gara da protagonista, come quella di Badialli, bravo a battere al fotofinish per il 6° posto Loiacono. In 8ª posizione si è classificato Vecchi, quindi Buse ha preceduto Noco.
 
Il titolo della 125 Heavy è andato al pilota del Guatemala Facundo Casse, bravo a controllare nel finale il venezuelano Antonio Navega che ha chiuso la corsa nella scia dell’avversario dopo un lungo pressing. Sul 3° gradino del podio, invece, è salito il pilota dell’Uruguay Rafael Barbarita, che ha preceduto l’argentino Rodriguo Alenaz. In 5ª posizione, invece, ha chiuso il portacolori della Colombia Oscar Trajano. Con 5 diverse nazionalità ai primi 5 posti in classifica, la finale della Heavy ha confermato quanto il titolo Panamericano rappresenti al meglio il karting agonistico del Centro America.  Tornando alla classifica, al 6° posto si è classificato ancora un pilota della nutrita e forte delegazione argentina: Fabian De Risio. A seguire, positiva 7ª posizione per Perera, mentre all’8° posto ha chiuso Viglietti che ha preceduto Friso e Munoz.
 
La finale della 125 Light è stata disputata su due manche: la prima regolarmente svolta con pista asciutta, mentre la seconda sotto alla pioggia dopo che sul circuito in chiusura del programma di gare si è abbattuto un forte acquazzone. Nella somma dei tempi tra le due gare è emerso il nome del venezuelano Bruno Pali, bravo soprattutto nel fare la differenza sotto alla pioggia, mentre alle sue spalle si è classificato il pilota venezuelano Giancarlos Serenelli. Sul 3° gradino del podio, invece, è salito un positivo Camilo Schmidt. Ottima anche la gara di Galileo Patiño, terminato in 4ª posizione dopo un bel confronto con Samuel Acosta, che ha chiuso al 5° posto. A seguire, la lady Valeria Carballo ha preceduto Pescetto, quindi Barbosa, Teran e Ferreira. Va detto che, nel corso della prima manche disputata sulla pista asciutta, Johnny Cecotto Jr che partiva in prima fila è rimasto coinvolto in un testa-coda e ha così dato l’addio alle proprie chance di salire sul podio, mentre un problema a un mozzo ha rallentato l’inglese Hirst, Campione Internazionale in carica, che è terminato in 27ª posizione dopo aver occupato a lungo il 3° posto.


Stop&Go Communcation

Nel weekend del 4 Dicembre il circuito internazionale di San Carlos ha ospitato la 8ª edizione del Campionato Panamericano Easykart, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/karting-151211-01.jpg Grande successo per il meeting Easykart in Venezuela