La settimana appena passata è stata davvero rilevante per il Circuito Internazionale Napoli. Test Bridgestone Motorsport che ha battezzato il nuovo tracciato disegnato apposta per le Coppe del Mondo CIK FIA classi KZ del 2 settembre prossimo e conclusione della stagione gare, appunto pre mondiale con la XVI edizione del Trofeo G.Pagliuca.

Programma di gara con il warm-up più le prove cronometrate del primo mattino e con le due finali per le categorie impegnate a concludere una sempre straordinaria giornata di motorsport naturalmente sui 1699 metri di pura passione del Circuito Internazionale Napoli, Sarno, configurazione puro.

Cronaca di gara come da programma

125 PRODRIVER (PRO)
GARA 1. Pole position per A. Casolare (Dr/Tm). Casolare conduce la gara mantenendo la posizione. Dietro di lui fa pressione un super big della categoria, P. Aulisio (GPRacing/Tm). Fin dai primi giri, battaglia per la terza piazza fra Galasso e Luggo ma è da notare come i primi due battistrada interpretano gara uno. Casolare infatti continua nel suo ottimo trend stagionale mentre Aulisio che lo osserva a circa un secondo mostra sempre una gran classe nella guida. A metà gara, si divide il gruppo, i primi tre a far cosa a parte con un distacco fra loro compreso nei due secondi a posizioni ancora invariate tranne che per la terza piazza ove Galasso (RK/Tm) si attesta. Ed è proprio questo pilota ad iniziare i cambiamenti, scavalcando Aulisio. Casolare invece inizia a gustarsi il sogno di una vittoria costruita fin dall’inizio ed infatti è lui il primo alla bandiera a scacchi.
GARA 2. Casolare dalla pole temporaneamente si fa sorprendere da Aulisio il quale resta vittima di un imprevisto che lo fa retrocedere fortunatamente restando in gara. Con Casolare che torna primo, dietro di lui Galasso (RK/Tm) ed un eccellente Luggo (Parolin/Tm) a completare le posizioni di vertice. Fotocopia di gara uno come sensazione in quanto Casolare tiene benissimo gli attacchi del secondo, Galasso, ma sostanzialmente le posizioni non cambiano. E quindi, Casolare festeggia alla grande il suo primo hat-trick con pole nelle qualifiche e P1 in gara 1 e 2.

125 PRODRIVER (AM)
GARA 1. Pole position per S. Scarlino (Fa/Tm). Scarlino mantiene la posizione allo start e durante la gara ma è V. Di Costanzo (Crg/Tm) che da spettacolo con i suoi sorpassi ed i tempi record. Questi due però faranno corsa a sé solo nella parte finale della gara aggiungendo un gradevole spettacolo a questa gara 1 che si concluderà con la vittoria meritata di Scarlino il quale ha fatto gli ultimi due giri con Di Costanzo letteralmente attaccato allo scarico. Bella prova di resistenza, e vittoria meritata.Buona infine la prova di Silvano (id) che chiude il podio.
GARA 2. Scarlino in pole grazie alla vittoria in gara 1. Controllo della temperatura dell asfalto che segna oltre 45°. Lotta annunciata fra Di Costanzo e Scarlino. Piero Randazzo (Birel/Tm) intende concludere a podio mostrandosi come outsider di lusso. Di Costanzo sale in cattedra volendo riscattare gara uno e riesce a creare a metà gara un certo margine di sicurezza. A concludere il vertice sempre Scarlino e Randazzo con quest’ultimo che vuole blindare la posizione piazzando ulteriori 3 secondi verso il quarto che è il primo degli inseguitori. Si allarga il tempo sul giro, le gomme (che comunque stanno tenendo) e le condizioni di caldo opprimente sono le cause. L’unico congelamento è nelle posizioni con Di Costanzo che vince gara 2.

125 KF3
GARA 1. Pole position per M. Desideri (Tony/Vortex). Subito colpo di scena in griglia con Romanucci che accredita del terzo tempo in seconda fila è costretto a partire a procedura di partenza completata. Sfida annunciata fra il pole man Desideri e V. Paparo (id). Scaramucce fra i due in gara, da sottolineare correttissime e terzo incomodo a concludere il podio il venezuelano della Baby Race Gomez (id). Con i primi tre saldamente al comando, personalissimo show dello sfortunato e citato Romanucci il quale concluderà sesto. Ma comunque, grande gara 1 per Desideri il quale d autorità arriva primo alla bandiera a scacchi anche se Paparo ha ancora una volta dimostrato il suo potenziale arrivando secondo.
GARA 2. Matteo Desideri in pole. Paparo allo start lanciato prende a condurre la gara con Desideri attaccato allo scarico. Resistono alla lotta con un margine accettabile anche Gomez e Romanucci ed alla fine si inserisce anche Barile. Con i primi due posti praticamente bullonati, carambola all ultimo giro con stravolgimenti. Subentra a completare il podio Romanucci che vendica gara 1e relega uno sfortunato Gomez in quinta piazza con Tancredi che conclude quarto.

Mini 60
GARA 1. Pole position per K. Maini (Tony/Lenzo). 14 pilotini in griglia sicuramente alle prese con un fine settimana torrido. Il Direttore di gara Gabriele Fidanza dedica per questa categoria un briefing particolare prima dello start che a parte le normali direttive, si è occupato di assicurarsi delle condizioni fisiche di questi terribili ragazzini. Bandiera verde e Pagano (Top/Iame) scatta benissimo prendendosi la posizione di vertice con alle sue spalle l indonesiano e pole man Maini. SI congela il tutto per i sette giri della gara e straordinario ancora il padrone di casa Pagano che vince davanti a Mahini ed al campione Marseglia (Top/Lke).
GARA 2. Pagano in pole autore della vittoria in gara 1. Si rinnova il duello con l indonesiano Maini per la vittoria finale. Ad intromettersi, terzo, Serravalle. Caldo asfissiante. Come per la categoria inferiore Baby, questi bambini al volante sopportano uno sforzo fisico davvero notevole. L essersi schierati e gareggiare fa di loro dei veri atleti, a parte il risultato agonistico in pista.

Baby 60
GARA 1. Pole position per G. Fusco (Lenzo/Lke). Gara attenta e ben condotta da tutti i piloti impegnati nella gara di categoria. Il pole baby Fusco si fa sorpassare da Incarnato (Top/Comer) mentre ottimo terzo è Taglianetti (Birel/Vortex). Resto del gruppo subito un attardato ma ugualmente meritevole. Iniziano gli scambi di posizione fra Fusco ed Incarnato e questi ora al comando con un distacco fra i primi due di meno di mezzo secondo. Ultimo cambio con Fusco che va in vetta e vince. Ma bravissimi tutti!
GARA 2. Fusco in pole per la vittoria in gara 1. Nuovamente si ripropone il duetto fra Fusco ed Incarnato che si traduce come una bella gara in solitario per i due. Alla fine dei cinque giri, posizioni non mutate e nuovamente Fusco è primo alla bandiera a scacchi.

125 KZ2
GARA 1. Pole position per F. Celenta (Birel/Tm). Dieci piloti in pista. I nomi: Celenta, Tiene, Di Poto, Albano, Manduchi e non si elenca il resto solo per lettura di cronaca. Insomma dieci piloti con vittorie internazionali in carnet e quindi super sfida che in realtà va letta come un super allenamento. Pubblico davvero entusiasta. Valzer delle posizioni fin dall inizio ma è mignolino Di Poto ( Birel/Tm) a condurre con Tiene (Crg/Maxter) a macinare giri veloci e Celenta a prendere le misure e dati in vista delle prossime sfidemondiali. Le posizioni restano sulla carta congelate ma che show al cronometro ed ultimo giro quasi in passerella con Celenta che forse sorridendo si ritira dalla battaglia che è stata spettacolo puro per il pubblico sarnese.
GARA 2. Prima postazione per Di Poto, vincitore di gara 1. La gara due è più tranquilla e l atmosfera in pre griglia la dice tutta. Hanno ragione, temperatura esterna a 39 gradi, quella dell asfalto e il grado di umidità sono da censura. Di poto, inizia a comunque a cavalcare e mantiene la vetta. Celenta si fa da parte con un certo disappunto però e l altro super big, Tiene viaggia a metà schieramento. Petillo e Manduchi hanno via libera, ovvero interpretano al meglio la situazione e concludono il terzetto di testa. Così fino alla fine e complimenti a Di Poto che fa ambo!

Iame X30
FINALE. In pole C. Piccolo, posizione ottenuta dall esito della PreFinale. Qualifiche, Pre Finale e Finale, questo il programma dell apparizione Iame X30 Challenge per il Trofeo Pagliuca 2012. Gara con atmosfera decisamente estiva nel senso che la griglia è apparsa rimaneggiata per l occasione. Ma comunque i grossi nomi della categoria non sono mancati anche perché da poco è stata ufficializzato che il Circuito Internazionale Napoli sarà nuovamente teatro delle Finali Nazionali del competitivissimo monomarca powered by Iame. La data è fissata per il prossimo 16 settembre.In gara comunque, Carlo Piccolo conferma la sua giornata di grazia e conduce fin dal primo giro. Lo schieramento purtroppo si riduce all’osso con il ritiro di alcuni concorrenti ma resta la sua prestazione, perfetta.

ROTAX
FINALE. Gran successo per la Rotax in occasione del Trofeo Pagliuca 2012 a Sarno. Ben 26 piloti in griglia che segnano l ennesimo record della pista campana, ottimo viatico per programmi futuri a completamento dell offerta racing. Previsto come da format le qualifiche, la prefinale e la finale. Sarno, consolida il suo rapporto con la serie divenendo teatro delle Finali Nazionali Rotax previste per il 28 ottobre prossimo.In gara, pole position dettata dall esito della prefinale che vede un big della categoria E. Sessa partire con il vantaggio nella procedura lanciata come da regolamento. Subito un colpo di scena con Sessa costretto a dar forfait. C è stato comunque un contatto alla staccata della parabolica che ha intimorito gli spettatori di questa finale Rotax a Sarno. Nulla di preoccupante e gara ricomposta
con Liuzzi a prendere le redini. La Gala secondo a tallonare il leader e più staccati De Marco e Laghi. Certo che è un bel vedere uno schieramento nutritissimo di Rotax a Sarno. Borghese, sfortunato in pre finale, gira circa un secondo meglio dei primi e la sua scalata lo porta in quarta piazza con molte credenziali per entrare a podio. Borghese è un portento, balza secondo ed insidia il leader che intanto era diventato La Gala. Scalata riuscita e Borghese è primo. Fantastico! Borghese gira su tempi monstre e si crea anche un certo margine di sicurezza. Evidentemente il riposo forzato di pre finale ha portato benefici tanti da consegnargli una grandissima vittoria.


Stop&Go Communcation

La settimana appena passata è stata davvero rilevante per il Circuito Internazionale Napoli. Test Bridgestone Motorsport che ha battezzato il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/nvbnbvn.jpg Grande successo a Sarno per la 16esima edizione del Trofeo Pagliuca