La doppietta "verde" nella seconda tappa europea della KF1 andata in scena a Mariembourg lo scorso weekend crea una lotta in famiglia fra i due primi attori con la casacca Tony. Ardigò ha centrato due successi netti che lo rilanciano in campionato, festeggiando nel modo migliore il suo 25° compleanno. Gary Catt, pur non avendo raccolto punti in gara 1 a causa di un incidente, ha compiuto una splendida rimonta nella seconda corsa e agguantato con determinazione la sesta piazza e con essa i 10 preziosi punti che lo tengono in testa alla graduatoria con sole quattro lunghezze di vantaggio sul compagno di squadra bresciano.

Le prestazioni dei piloti del Tony Kart Racing Team sono state elevate sin dalle prove del venerdì, il meteo ha mescolato le carte in tavola durante le qualifiche, penalizzando parte dello schieramento a causa di un forte acquazzone caduto durante il secondo turno di qualifica. Nelle manche, tutte disputatesi con le slick, Marco, con una vittoria ed un quinto, si è guadagnato la partenza in prima fila di gara-1, al fianco del francese Convers. Matias Laine è scattato alle spalle del compagno, terzo, con due quarti posti nelle manche. Il leader di classifica, Gary Catt, conquista la quinta fila recuperando bene dopo le qualifiche, disputate nel turno meno veloce, con pista umida.

Gara 1 vede Marco subito veloce e pronto a sferrare il colpo vincente, il numero 1 lascia sfogare il battistrada Convers ed al 3° passaggio lo infila con una manovra perfetta nell’impegnativo curvane a sinistra opposto al traguardo. A questo punto la corsa di Marco è cadenzata da un ritmo perfetto, con un passo di gara terribilmente costante, grazie ad un mezzo che rispetta alla perfezione le gomme, la prima fatica della giornata è compiuta. Alle spalle del pilota del Tony Kart Racing Team si piazza Alessandro Bressan, alla guida del Kosmic – Vortex. Alla splendida vittoria ottenuta fa da contro altare la battuta d’arresto di Catt. Gary paga le conseguenze di una procedura di partenza convalidata anche se il semaforo resta acceso sul rosso. A raccogliere i 13 punti validi per il quarto posto è invece Laine. "Matso", dopo una piccola indecisione al via, recupera il ritmo giusto per contrastare gli avversari e chiude 4° con un ritmo che gli permette di sperare nel podio sino all’ultimo.

Gara 2 è un monologo al vertice per i colori del Tony Kart Racing Team, Ardigò vola al comando e forte di un mezzo impeccabile compie 19 giri in solitaria, sino alla bandiera a scacchi. Con la seconda vittoria arriva anche un poderoso recupero nella graduatoria assoluta per Marco, che vede adesso Gary a sole quattro lunghezze. Gary Catt, scattato dall’ultima posizione dello schieramento sfrutta a fondo il potenziale del suo mezzo e giro dopo giro scala la classifica sino alla sesta posizione che gli permette di tenersi stretta la leadership del Campionato Europeo. Nella categoria con il cambio,la KZ1, giunta all’ultima prova, Benedetti, dopo il sesto tempo nelle qualifiche e delle buone manche di qualifica si guadagna la seconda fila per la finale-1. In gara-1 Andrea combatte con tenacia e dopo essere stato in seconda posizione nel corso dei primi giri, conclude in sesta posizione. L’ultimo round Europeo di Braga, in Portogallo, sarà incandescente e le emozioni non mancheranno certamente, nella classifica generale i drivers in lizza per il titolo sono ben tre, Catt, Ardirò e Laine.

Giacomo Aliprandi (Team Manager Tony Kart Racing Team): "La soddisfazione per la vittoria in entrambe le gare è innegabilmente tanta. Veniamo da un periodo in cui non abbiamo avuto un momento di sosta per portare avanti tutto il lavoro che avevamo programmato. Questo successo ci ripaga degli sforzi fatti ed è di tutto il team. Per quanto riguarda la posizione presa nella protesta relativa alla procedura di partenza non conforme, indipendentemente da come è stata giudicata e dalle scelte fatte dall’autorità sportiva voglio sottolineare il comportamento della squadra. Abbiamo appoggiato con fermezza la posizione sostenuta da Gary ed abbiamo dimostrato, ancora una volta che anche nelle fasi più complesse e difficili di una manifestazione come questa siamo un Team solido e compatto".

Gary Catt (driver Tony Kart Racing Team categoria KF1): "Nella prima partenza è semplicemente successo che…. Il semaforo è rimasto rosso! La partenza, quindi, non era avvenuta. In realtà parte del gruppo è partito come se la gara fosse scattata ed il direttore di gara non ha dato ordine di ripetere la procedura. In quel frangente di confusione, con piloti che gareggiavano ed altri che avevano visto il rosso … Mi hanno urtato. Oltre a terminare la corsa ho anche perso una chance per segnare punti importanti in classifica".

Marco Ardigò (driver Tony Kart Racing Team categoria KF1): "Sono molto contento sia per me che per la squadra, non mi immaginavo di vincere entrambe le gare e soprattutto non speravo di riaprire il campionato. A dire il vero però ero molto carico e concentrato prima della gara. I giorni di test prima della gara abbiamo provato soluzioni nuove e devo dire che sono servite molto. Ho fatto due belle partenze e poi c’è stata un po’ di lotta, ma ero sicuro di avere un buon passo e del rendimento costante che abbiamo avuto per tutto il week end. In gara due sono partito primo e sono scappato via".

Matias Laine (driver Tony Kart Racing Team categoria KF1): "E’ stato un week end positivo in cui sono sempre stato in ottime posizioni di classifica.Nella prima gara ho commesso un piccolo errore nel primo giro che mi ha costretto ad aspettare qualche giro prima di riprendere un ritmo tale da poter lottare per il podio. Nella seconda gara sono partito forte, ero dietro al mio compagno Marco e potevo puntare a stare in quella posizione. Un piccolo guasto ad una lamella mi ha progressivamente fermato, sino a costringermi al ritiro. Peccato perché il materiale ha funzionato meravigliosamente e sono comunque in lotta per l’Europeo. Nella finale di Braga ci giocheremo tutto e sarà molto bello poter competere in KF1 per il titolo".

Andrea Benedetti (driver Tony Kart Racing Team categoria KZ2): "E’ stata una gara molto difficile, con gomme nuove andavo abbastanza bene, ero molto competitivo. E’ stato un problema di gomme, non sono riuscito a conservarle fino alla fine. Il prossimo appuntamento sarà a l WSK a Sarno, useremo le Vega, gomme decisamente più performanti".

Davide Gaggianesi (driver Tony Kart Racing Team categoria KZ2): "Non sono molto soddisfatto perché non abbiamo fatto un buon risultato. Voglio sicuramente ottenere di più, abbiamo il potenziale per fare ben altro e quindi dobbiamo ambire ad altre posizioni di classifica".

Nella foto, Marco Ardigò esulta stile Luca Toni


Stop&Go Communcation

La doppietta "verde" nella seconda tappa europea della KF1 andata in scena a Mariembourg lo scorso weekend crea una lotta […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Ardig-Mariembourg.jpg European Championship KF1: Catt-Ardigò, “braccio di ferro verde” in casa Tony