Ha preso il via ufficiale il terzo e ultimo weekend di stagione per l’Euro Trophy by 60, serie creata per i piloti in assoluto più giovani del panorama del karting internazionale. Le due categorie ammesse, la 60 Baby e la 60 Mini, sono infatti specifiche per il primo approccio dei ragazzini di età compresa tra i 7 e i 12 anni, prima che per loro avvenga il lancio definitivo nelle classi internazionali. Per questo motivo, l’idea degli organizzatori di WSK Promotion è stata quella di realizzare un confronto tra ragazzi di ogni nazione, fornendo loro un palcoscenico dai confini aperti a tutte le nazionalità. Le gare dell’Euro Trophy by 60 ammettono quindi la partecipazione straniera, secondo i canoni della Commissione Internazionale Karting della FIA. Anche a Muro Leccese, per l’appunamento finale che ha appena avuto inizio al Circuito Internazionale La Conca, questa idea si è rivelata vincente, visto che la risposta dei piloti è stata molto soddisfacente, al di là del già alto numero degli 85 piloti iscritti. Tra questi figurano infatti numerosi stranieri, provenienti da nazioni vicine come Grecia e Cipro, ma anche da posti più lontani, dalla Finlandia fino alla Colombia. In testa alla 60 Mini vi è uno spagnolo, Osorio Megens (Intrepid-Vortex), seguito da due "leoncini" di casa a La Conca: il fasanese Federico Pezzolla (Intrepid-Vortex), vincitore nel precedente appuntamento di Sarno (SA), e del calabrese "Speedy" (Top-Comer), a sua volta vittorioso nel primo impegno di stagione a Lonato (BS). Hanno messo in mostra le loro capacità anche altri stranieri, come il colombiano Oscar Tunjo (Birel-Parilla), autore finora di piazzamenti interessanti, tra i quali un podio conquistato a Lonato. Tunjo è attualmente sesto in classifica, dietro gli italiani Alessio Santilli (Intrepid-Vortex) e Piero Partigianoni (Intrepid-Iame).

La categoria riservata ai più piccoli è presente a La Conca con ben 23 iscritti, tra i quali, anche in questo caso, vi sono provenienze dall’estero. A dettare legge in classifica è la vicentina Maria Scalzotto (CRG-Comer), biondina di 8 anni che è diventata la star della categoria, dopo aver vinto due delle quattro gare svolte finora. Alex Irlando (Top-Comer), giovane promessa di Locorotondo (BA), è impegnato da inizio anno al suo inseguimento, che il ragazzino vorrebbe concludere con una vittoria proprio su questa pista, a lui favorevole per avervi già ottenuto il successo in gare precedenti. Irlando è seguito da vicino in classifica da Andrea Spagna (Intrepid-WTP) e Danilo Albanese (Top-Comer), anche loro pronti all’ultima volata, al pari di Remigio Garofano (Top-Comer), sull’onda della sua vittoria in finale a Sarno. Ad affiancare l’Euro Trophy by 60 vi saranno anche le gare della parallela National Series, che assegnerà la vittoria nella 100 Junior (dominata da Alessio Guazzaroni su PCR-Parilla) e nella 100 Nazionale, dove è al comando Marco Mazzantini (Energy-TM).

Nella foto, "Speedy" vs Nocita


Stop&Go Communcation

Ha preso il via ufficiale il terzo e ultimo weekend di stagione per l’Euro Trophy by 60, serie creata per […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Speedy-vs-Nocita.jpg Euro Trophy by 60: Prove tecniche dei “baby” a La Conca