Oltre 200 piloti suddivisi in 29 equipaggi hanno animato la 13ª edizione della 24 Ore Karting d’Italia, l’evento organizzato dal Gruppo Birel che si è svolto, come di consueto, sulla pista di Jesolo. Questa affascinante corsa, la più longeva nel panorama delle gare di kart Endurance, si è confermata dal fascino unico e capace di richiamare in pista, sia piloti esperti (come ad esempio i piloti di auto Daniel Mancinelli, Giorgio Sernagiotto e Alberto Cola), sia tanti appassionati di motori poco più che neofiti. La formula di gara è stata collaudata nel tempo e ha previsto la fornitura dei kart ai team da parte della Birel Motorsport, una garanzia dal punto di vista professionale e tecnico. Anche gli aspetti organizzativi sono stati curati in “prima persona” dal Gruppo Birel, che ha predisposto delle funzionali strutture Box, un’ampia Hospitality per i piloti ed efficienti servizi di pista. Dal punto di vista sportivo, va detto che il successo è andato al team GDM Racing composto da Aresta, Barletta, Vuolo, Tartari, Geldhof, Rana e Laporte; il team capitanato dal muretto box da Salvatore Costantinopoli ha preceduto Kayak che, nelle prime ore di gara, ha scontato alcuni problemi tecnici e anche un contatto nel corso della notte, prima di iniziare una esaltante rimonta dal 5° fino al 2° posto davanti a Mokart Como, VKI Racing Team e Magic Freem. Tra i momenti più coreografici dell’evento, va segnalata anche la presentazione dei piloti, che ha visto i 210 protagonisti dell’evento sfilare sul rettilineo principale poco prima della partenza. Tra le curiosità, invece, va detto che la squadra che ha compiuto il maggior numero di pit stop è stata Best Lap 3, con una strategia su ben 56 cambi pilota, mentre gli equipaggi che hanno effettuato meno soste sono stati New Gomme 2000 Corse, Motozappa e Muttley Nutria, con un pit stop in meno di Kayak e ben 5 in meno rispetto ai vincitori. Tra le curiosità, va detto anche della grande mole di lavoro svolta dalla direzione gara, che ha dato ben 54 Stop and Go. La formula dell’evento si è confermata divertente ed emozionante e tutti i protagonisti dell’evento si sono già dati appuntamento per il 2012, edizione per la quale sono in via di definizione importanti novità sul fronte dei motori.
 
Il report della gara:
Lo spettacolo è iniziato già in qualifica con Daniel Mancinelli che ha regalato la pole position al team FKP con il tempo di 59″867, battendo di soli 7 millesimi Francesco Aresta del team GDM Racing e di 43 millesimi Nicola Cogato della squadra VKI Racing Team. Distacchi esigui, a sottolineare il grande equilibrio in campo e l’uguaglianza dei kart (gestiti dalla Birel Motorsport) assegnati ai team tramite sorteggio, anche per le posizioni a seguire. Per la cronaca, il 4° posto è andato al team CH-Karting con il crono di 59″929 (a 53 millesimi dalla pole), che ha scelto Marco Moretti per questa fase di gara, mentre a seguire si sono qualificati Kayak 150 Racing (nome modificato in onore dei 150 anni dell’unità d’Italia), Persi Corse, Kart 1 Team, Orsetti Volanti 1, Magic Freem e Lhasa Racing Team. Il via della corsa è stato dato puntuale alle ore 14.00 di Sabato dai Direttori di Gara Gianni Clementi e Loreno Longo, dopo che, in precedenza, si era svolta la bella sfilata dei piloti e in griglia di partenza le hostess avevano posato con tutti i team nella classica foto ricordo. Nelle prime fasi di gara il grande equilibrio emerso dalle qualifiche è stato confermato dall’avvincente bagarre tra ben 10 team, che ha visto Venanzetti della squadra FKP guidare il gruppo tallonato da Prati del team VKI, da Barletta di GDM Racing, da Borghese di Kayak, Polli di Spirit(osi) e Bergonzini di Persicorse. In breve è poi passato a condurre il team GDM Racing, seguito da Kayak, VKI Racing Team, Orsetti Volanti 1 e Mokart Como, ma le posizioni si sono stabilizzate solo dopo il primo pit stop alla mezz’ora di corsa con il kart di GDM Racing passato nelle mani di Francesco Aresta, capace di mantenere VKI Racing Team a circa 5″, quindi Mokart Como in grande spolvero a 7″, gli Orsetti Volanti 1 a 9″,  Kayak a circa 15″ e Persi Corse a 18″. Nella top ten si inseriscono molto bene anche Magic Freem, che si è portata al 6° posto davanti a FKP, quindi Lhasa Racing Team segue in 8ª posizione davanti all’equipaggio polacco Kart 1 Team e a CH-Karting. A seguire, in evidenza anche New Gomme 2000 Corse, Miout Kart Racing, Motozappa Kart Team, Irsap in Cors@ e Sais KT. Anche allo scadere della 1ª ora di gara GDM ha mantenuto il comando della corsa con pochi secondi su Mokart Como che, a propria volta, precedeva FKP di 4″ e VKI Racing Team di 3″. I distacchi sono rimasti esigui per tutte le prime fasi di gara e anche alla 3ª ora di gara erano ben 5 le squadre raccolte in soli 40″ con GDM Racing sempre leader della corsa su Kayak e Magic Freem. Ma il primo bilancio vero in termini di classifica è stato fatto allo scadere della metà gara, dopo 12 ore di corsa alle 2:00 del mattino: GDM Racing Team ha portato a 2 giri il vantaggio su Mokart Como e a 4 quello su Magic Freem in 3ª posizione. Ma la notizia di rilievo è che, Kayak, complice un’uscita di pista e 2 soste ai box per problemi al motore, accusa ben 6 giri di ritardo occupando la 5ª posizione dietro anche a VKI Racing Team. Al 6° posto, invece, si è insediata molto bene Lhasa Racing Team, mentre a seguire Persi Corse, FKP, l’equipaggio sardo PCC Racing Team e Kart 1 Team completavano la top ten. Come sempre la notte è stata difficile e lunga, e tra i top team ha visto l’abbandono per problemi tecnici del team Orsetti Volanti 1, ma anche la grande rincorsa di Kayak che, soprattutto dalle prime ore dell’alba, ha inziato a recuperare terreno verso il podio scavalcando in successione Magic Freem e VKI Racing Team. Allo scadere della 22ª ora di gara GDM proseguiva la cavalcata verso la bandiera a scacchi preoccupandosi esclusivamente di preservare il mezzo e il grande vantaggio (7 giri) su Mokart Como, mentre l’equipaggio capitanato da Daniele Sala è stato raggiunto da Kayak con il quale ha iniziato un duello ravvicinato per il 2° posto. In 4ª posizione, invece, VKI Racing Team ha mantenuto a distanza Magic Freem che, nel finale, ha duellato a lungo con Lhasa Racing Team prima che, questi ultimi, fossero rallentati da un problema al carburatore. Alle 14:00 di Domenica sotto un bel sole, la bandiera a scacchi ha salutato il successo di GDM Racing, che bissa così il successo del 2008 precedendo un ottimo team Kayak, bravo nel finale di gara nel precedere Mokart Como (Cola, Forte, Maniero, Mazzilli, Costa, Burri, Baratto), battuto di poco più di 50″. Al 4° posto ha chiuso una gara eccezionale anche VKI Racing Team (Bassi, Prati, Prati, Girelli, Mininno, Zanettin, Gogato, Zanettin), che ha preceduto un altrettanto positivo team Magic Freem (Puppato, Basso, Scapin, Sernagiotto, Smania, Simoni, Gazzola) e Lhasa Racing Team (Cannito, Angeletti, Della Valle, Monfrini, Gambini, Chizzoni, Balbo, Tognoni). A seguire, hanno completato la top ten al traguardo Persi Corse, FKP, Kart 1 Team e Vercelloni Serramenti, con questi ultimi bravi nelle battute finali nel battere di misura PCC Racing Team, autori comunque di un’ottima prova al loro debutto in una 24 Ore. A seguire, 12° posto per CH-Karting, che ha preceduto Sais KT (risalita dalle ultime posizioni dopo un contatto nelle prime fasi di gara) e Muttley Nutria di Giancarlo Carniello, un’altra squadra penalizzata da alcuni problemi accusati nella prime 12 ore di corsa. Anche la squadra La Tre Costruzioni ha ottenuto meno di quanto era alla sua portata a causa di 2 soste in assistenza, ma ha comunque lottato con grande grinta per chiudere al 15° posto recuperando ben 4 posizioni nelle ultime 8 ore di gara. In 16ª posizione si è classificata la squadra Motozappa Kart Team, che ha preceduto Miout Kart Racing, Irsap In Cors@, New Gomme 2000 Corse e Best Lap 1. A seguire, Ypsilon Agency ha preceduto Orsetti Volanti 2, Best Lap 3, Spirt(osi), Best Lap 2, Super Trucis e BB per tutti. L’edizione 2011 della 24 Ore karting d’Italia va quindi in archivio con un bilancio molto positivo dal punto di vista organizzativo e sportivo, confermandosi un evento dal fascino immutato.
?


Stop&Go Communcation

Oltre 200 piloti suddivisi in 29 equipaggi hanno animato la 13ª edizione della 24 Ore Karting d’Italia, l’evento organizzato dal […]

Endurance: Al team GDM la 13esima edizione della 24 Ore di Jesolo