Ancora una volta l’appuntamento con il campionato nazionale Easykart è stato caratterizzato da un grande successo di presenze e standard organizzativi eccellenti. Più di 160 piloti Easykart, infatti, si sono dati appuntamento sul circuito di Lignano Sabbiadoro per il 4° appuntamento stagionale, una gara che ha registrato un successo trasversale sotto tutti i punti di vista.

L’appuntamento di Lignano Sabbiadoro ha confermato ancora una volta il grande equilibrio tecnico dei mezzi e l’elevato numero di piloti di talento in tutte le categorie, fattori che, insieme, hanno contribuito a rendere ogni gara aperta e spettacolare, ma soprattutto stanno delineando una volata finale per tutti i titoli di categoria con tanti pretendenti in corsa, a tutto vantaggio delle spettacolo. Nella 60cc, per esempio, il leader del campionato Lorenzo Colombo è stato costretto al ritiro al 1° giro della Finale, così come si è dovuto ritirare poco più tardi Alessandro Di Cori, che occupava la 2ª piazza nella classifica provvisoria alla vigilia della corsa. Ne hanno approfittato, quindi, Davide Lombardo e Nicola Vitali, con il pilota della Kollesalvetti che ha fatto suo il 3° posto e Vitali la 9ª posizione, ancora una volta tra i top ten. Ma la vera notizia legata alla Finale della 60cc è il primo successo in carriera di Daniele Vezzelli (Castelli Modenesi), velocissimo per tutto il weekend e divenuto a tutti gli effetti un top driver della categoria, anche se, in realtà, sotto alla bandiera a scacchi era stato Rocco Atlante a passare per primo; ma il pilota dell’Emilia kart è stato ritenuto colpevole di un contatto ai danni di Samul Ucci (costretto al ritiro a causa di questo episodio) al 2° giro e quindi è stato penalizzato di 10″ scivolando in 13ª posizione.

Sul podio, invece, è salito un ottimo Mike Beckhusen, che ha ottenuto il 2° posto dopo una bellissima gara battendo al fotofinish Davide Lombardo. In 4ª posizione, ha chiuso una gara da protagonista anche l’austriaco Zupanik (Birel Austria), autore anche del giro più veloce della corsa. Positivi anche Podobski e Brigatti, rispettivamente 5° e 6° al traguardo davanti a Bertoncello, Sampieri, Vitali e Bartolini. A seguire, si sono classificati Genisi, il  pilota del Guatemala Rodriguez e il citato Atlante. In precedenza, nella Finale “B”, il successo era andato a Sabella su Karkosik, mentre al 3° posto ha chiuso un ottimo Merzario, autore anche del giro più veloce. A seguire, Concina ha preceduto Testa e Valentini.

Nella classe 100cc, invece, è stato il giorno di Mattia Drudi che, finalmente, ha archiviato una fase della stagione sfortunata andando a cogliere un successo netto con autorevolezza. Niente da fare alle sue spalle per il leader della classifica provvisoria Grison, che si è dovuto accontentare del 2° posto a 5″ dal vincitore.  Al 3° posto ha concluso una bella corsa anche Jonathan Cecotto, in grande spolvero sulla pista che utilizza spesso per gli allenamenti, tanto da aver fatto segnare anche il giro più veloce della corsa. A seguire, ancora un’ottima prestazione dello spagnolo Mostajo, 4° davanti a Di Gregorio, che era partito dalla pole dopo aver disputato un ottima fase di qualificazione. In evidenza anche Zhirkov, coinvolto in un contatto alla partenza ( insieme a Paccagnella, Stowell, Ruga, Parolini e Passa), che l’ha costretto a recuperare dal 25° posto fino a ridosso della zona podio. Tra i top ten, hanno chiuso una gara da protagonisti anche Iannotta e Giardino, rispettivamente 7° e 8° davanti a Patrizio Orsini e Rinaldi.

Un protagonista su tutti è stato espresso anche dalla 125 Light, categoria dove Andrea Tranquillin ha colto la pole, vinto la manche e la Finale, facendo segnare sempre il giro più veloce. In chiave campionato si tratta di un messaggio chiaro circa le sue potenzialità, anche se Gianni Zani ha limitato i danni conquistando il 2° posto e, il prossimo appuntamento di Cervia, per lui lo si può considerare a tutti gli effetti la gara di casa. Di una gara eccezionale e concreta è stato protagonista anche Marco Carena, ottimo 3° davanti a Zamperlini e Petrucci. A seguire, Guerini ha ottenuto il 6° posto precedendo Barbato e Zanini, mentre Di Fabrizio, leader provvisorio del campionato alla vigilia della corsa, si è dovuto accontentare del 9° posto davanti a Toniolo.

Nella 125 Heavy, infine, non ha sbagliato nulla Stefano Cobianchi, pilota della Mazzotti corse di grande esperienza, che ha guidato la corsa dall’inizio alla fine precedendo il leader del campionato (e compagno di squadra) Smelov, che ha pensato alla classifica consolidando la propria leadership, senza prendere rischi inutili. Positivo, come di consueto, anche Roberto Ferri, ottimo 3° sotto alla bandiera a scacchi e sempre più con ambizioni di titolo. Tra gli outsider della corsa, si è posto in grande evidenza Davide Leonardi del team FG Racing, buon 4° al traguardo davanti a Alessandrini, Collini, Marra, Ranieri, Ambrogetti e Spreafico. Va detto che, come sempre, la 125 Heavy è stata una delle gare più combattute ed equilibrate e non sono mancati arrivi in volata e qualche contatto, come quello che ha eliminato Pizzolato e Mercatelli quando lottavano nella top ten.

Per quanto riguarda il progetto 50 Training, invece, va sottolineata ancora una volta la grande affluenza di bambini, con 20 “giovaninissimi” che si sono confrontati in pista sotto il controllo dei formatori Birel, proseguendo l’avvicinamento graduale all’età in cui potranno fare la prima licenza agonistica e fare quindi il loro debutto naturale nella classe 60cc. Il prossimo appuntamento con il campionato Nazionale è previsto a Cervia il 10 Luglio, dove andrà in scena un ulteriore weekend di grande karting.


Stop&Go Communcation

Ancora una volta l’appuntamento con il campionato nazionale Easykart è stato caratterizzato da un grande successo di presenze e standard […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/60ministart.jpg Easykart – Record di partecipanti a Lignano Sabbiadoro con più di 160 verificati