Più di 250 piloti in rappresentanza di 23 nazioni sono stati protagonisti della 12ª edizione delle Finali Internazionali Easykart; la pista-palcoscenico di combattute sfide tra i migliori piloti dei Trofei Easykart nel mondo è stata il Circuito Internazionale 7 Laghi di Castelletto di Branduzzo.

Tra le delegazioni più numerose e competitive, quella inglese e quella ceca, che hanno conquistato rispettivamente il titolo Internazionale della Master con Barnaby Pittingale e della 100cc con Vaclav Safar.

L’inno italiano, invece, è suonato per Mattia Michelotto nella 60cc, protagonista della gara fin dalle fasi iniziali sotto una pioggia insistente. La conferma del titolo arriverà solo dopo la chiusura delle verifiche tecniche, che il Collegio dei Commissari Sportivi ha prolungato presso la sede del costruttore, per effettuare alcuni rilevamenti con strumenti non disponibili in pista alla presenza del Concorrente, del rappresentante della casa costruttrice e delle Autorità Sportive.

Alle spalle di Michelotto si è classificato Christian Cobellini, che si è confermato grande protagonista della stagione 2013 mettendosi in evidenza anche nel meeting Internazionale di Castelletto dopo aver conquistato, solo tre settimane prima, il Trofeo tricolore. A seguire, ancora due piloti italiani: Zozin e Avasilichioaei, rispettivamente 3° e 4° davanti al pilota della Repubblica Ceca Tlachac.

I piloti italiani sono stati protagonisti anche nella 100cc con Davide Lombardo, a lungo al comando, prima di essere coinvolto nel corso dell’ultimo giro in un contatto con il brasiliano Auricchio grazie al quale si è aperta la strada per il successo di Safar, con la retrocessione di Lombardo al 2° posto. Come nel caso di Michelotto nella categoria 60cc, anche il piazzamento di Lombardo verrà ufficializzato alla chiusura delle verifiche tecniche disposte dal Collegio dei Commissari Sportivi presso la casa costruttrice. Per questa manovra Auricchio (3° al traguardo) è stato penalizzato con 10′, scivolando al 5° posto alle spalle di Pollastri.

Nella 125 Master è stato Marco Iannotta il rivale più concreto di Pittingale per il titolo; tuttavia l’italiano, dopo aver annullato il vantaggio che l’inglese aveva saputo guadagnare nei primi 3 giri, nel finale non ha trovato lo spunto per il sorpasso chiudendo al 2° posto in volata. Sul podio della Master sono saliti anche Spreafico, l’inglese Dimelow, il russo Ryzhkov e Barbato.

Grandi protagonisti dell’evento sono stati anche i 47 giovanissimi piloti del programma EasyTraining, che hanno svolto la loro manifestazione promozionale colorando di festa l’evento. Spettacolari momenti quelli della Driver Parade con gli oltre 250 protagonisti dell’evento, che hanno sfilato con le bandiere nazionali, e del ‘Pole Position Party’, che si è svolto sabato sera con musica e aperitivi nell’area Red Bull.

Ancora una volta la Finale Internazionale Easykart si è confermata come uno degli appuntamenti karting più importanti del panorama Internazionale, sia per il valore dei piloti e dei team in gara, sia per gli standard organizzativi. Nonostante la pioggia caduta domenica, la grande affluenza di pubblico nei 3 giorni di gare ha animato il paddock e le tribune, dalle quali è stato possibile seguire le corse anche grazie ad un maxischermo posto sul rettilineo principale.


Stop&Go Communcation

Più di 250 piloti in rappresentanza di 23 nazioni sono stati protagonisti della 12ª edizione delle Finali Internazionali Easykart; la […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/10/easykart_fsdsdf.png Easykart – Grande spettacolo a Castelletto! Assegnati i Titoli Internazionali