Il progetto Easykart Driver Program è costantemente in attività, non solo attraverso l’inserimento nel team Birel Motorsport per la KF3 e la 60 MINI dei piloti più meritevoli provenienti dal Trofeo Easykart, ma anche e soprattutto coltivando i piloti sotto opzione anche quando sono in piena attività nel Trofeo Easykart. Per questi piloti sono previste varie iniziative formative, ma soprattutto una serie di test gestiti dal reparto corse Birel con i kart delle classi nazionali, in modo da valutarne le potenzialità e arricchirli dal punto di vista dell’esperienza. E con questi obiettivi il management Birel ha convocato il 26 Luglio scorso presso la pista di Castelletto di Branduzzo ben 5 piloti del progetto EDP: i venezuelani Mauricio Baiz e Jonathan Cecotto impegnati nella 60 Easykart, oltre all’inglese James DeHavillande e gli italiani Mattia Drudi e Diego Bertonelli impegnati nella 100 Easykart.

I più giovani, Baiz e Cecotto, hanno sostenuto un test con la 60 Mini Nazionale, mentre i tre piloti provenienti della 100 Easykart si sono messi al volante di un KF3 ufficiale (Birel-BMB) del reparto corse Birel. Il test con la 60 MINI è stato finalizzato all’ampliamento dell’esperienza per due dei piloti più promettenti del vivaio Easykart che, con ogni probabilità, disputeranno la Serie WSK con il team ufficiale Birel proprio nella 60 MINI. Per i piloti che hanno provato la KF3, invece, si tratta di un primo approccio verso quella che sarà la loro categoria nel 2011. Con ogni probabilità, infatti, almeno 2 piloti dei circa 10 sotto osservazione saranno inseriti nel Team Birel ufficiale per disputare l’intera stagione 2011 in KF3. Ma questa non sarà l’unica opportunità per questi piloti, visto che il management Birel gestisce anche i team ufficiali RK e Spirit, oltre al fatto che molti team esterni legati ai marchi del Gruppo Birel, hanno espresso interesse verso alcuni giovani del vivaio Easykart.

Ma sulle iniziative, gli obiettivi e i programmi legati ai piloti EDP, il punto lo fa il responsabile dell’iniziativa Marco Angeletti: ” Questi test sono una parte importante del percorso formativo dei giovani legati al nostro progetto EDP, perchè consentono ai ragazzi di fare esperienza con mezzi tecnicamente più evoluti rispetto a quelli che utilizzano nel Trofeo Easykart e allo stesso tempo garantiscono al team e, alla Birel più in generale, di fare tutte le valutazioni utili per le scelte future. Infatti, i piloti che vogliamo formare non devono essere solo veloci, ma piuttosto devono avere un profilo completo: avere nozioni tecniche, dimostrare dedizione a questo sport e per la preparazione fisica, oltre a possedere un approccio mentale e psicologico alle competizioni corretto. Ma ovviamente non vogliamo dare a questi test più importanza del dovuto, perchè non è tra i nostri obiettivi creare tensioni e dualismi tra i vari ragazzi. Anzi, cogliamo sempre l’occasione per sottolineare che l’ingresso nel team Birel ufficiale non è l’unica strada per questi giovani, perchè il nostro gruppo coordina l’attività agonistica anche dei marchi RK e Spirit con cui si possono concretizzare delle opportunità, inoltre, tante altre case costruttrici si sono rese conto della validità formativa del progetto Easykart e non è un caso che, attualmente, nell’Open in KF3, oltre 15 piloti provengono dalla 100 Easykart. Tornando al test svolto a Castelletto, Baiz e Cecotto hanno provato in vista di un possibile loro impegno nella 60 MINI in WSK con il nostro team ufficiale, dove andrebbero ad affiancare altri due giovani provenienti da Easykart: Sitnikov e Zhirkov. Per loro questa esperienza, significherebbe confrontarsi con avversari diversi dagli abituali e soprattutto, utilizzare un telaio racing che consente molte più regolazioni del 60 Easykart. Per quanto riguarda Bertonelli, Drudi e DeHavillande, hanno provato in vista di quello che per loro è un futuro già scritto, ovvero, il passaggio alla KF3. Per Bertonelli, che aveva già fatto delle esperienze con il KF3, si sta attendendo l’età per la licenza internazionale e prevediamo di farlo debuttare al prossimo Trofeo delle Industrie, mentre per Drudi e DeHavillande si è trattato del debutto assoluto e i riscontri avuti sono certamente positivi. Va detto, a questo proposito, che a breve proveranno anche altri piloti del programma EDP e con le rispettive famiglie faremo le valutazioni più opportune in chiave 2011, comunque non prima della Finale Internazionale Easykart.” –  Dal punto di vista tecnico, elogi ai giovani piloti impegnati in pista arrivano anche da Alessandro Villa, responsabile tecnico dello Junior Team Birel: ” Per quanto riguarda i due piloti che hanno provato la 60 MINI, entrambi sono molto veloci e preparati tecnicamente, quindi la loro esperienza nella 60 MINI sarà importante per incrementare la loro sensibilità ed esperienza, ma non ci riserverà sorprese per quanto riguarda le prestazioni. Per quanto riguarda i ragazzi della KF3, invece, per loro si è trattato solo di un primo approccio, ma nonostante questo ci hanno davvero sorpreso per la facilità con cui hanno subito fatto segnare tempi interessanti. Inoltre, tutti loro hanno dimostrato un ottimo approccio al lavoro, ascoltando le indicazioni dei tecnici e mettendole in atto, sempre senza accusare particolari emozioni e stanchezza, neanche a fine giornata quando i km percorsi erano diventati davvero molti”.


Stop&Go Communcation

Il progetto Easykart Driver Program è costantemente in attività, non solo attraverso l’inserimento nel team Birel Motorsport per la KF3 […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/edp2.jpg Easykart Driver Program – Test Day a Pavia col reparto corse Birel per Baiz, Cecotto, Drudi, Bertonelli e DeHavilland