Mai come quest’anno il Campionato Italiano CSAI Karting ha offerto una serie infinita di emozioni in tutte le categorie che hanno animato la serie Tricolore. La conclusione della quinta e ultima prova di Castelletto di Branduzzo (Pavia) è stata davvero avvincente, con molti pretendenti alla vittoria finale in lizza per tutto il weekend e ancora con un ottima affluenza di concorrenti che ha portato al record di 826 partecipazioni nelle 5 prove del campionato, con un incremento del 30% rispetto allo scorso anno.

Clamoroso quanto accaduto in KZ2, dove solamente l’ultima finale di Castelletto è riuscita a decretare il vincitore della categoria, con Alessandro Giulietti (Intrepid-Tm) a sorpresa di nuovo campione del Tricolore per la seconda volta consecutiva a scapito di Massimo Dante (Maranello-Tm) leader fino a Castelletto.

Non da meno il responso delle altre categorie. In KF2 il francese Julien Darras su Tony Kart-Tm ha potuto assicurarsi il titolo con la conquista di un combattutissimo terzo posto nella prima Finale, così come Alessio Lorandi su Tony Kart-Parilla ha potuto confermarsi campione della KF3 anche lui per il secondo anno consecutivo con una vittoria ottenuta nella prima delle due finali di Castelletto.

Ufficialmente è ancora da decretare il vincitore del campionato della 60 Mini, virtualmente per ora nelle mani di Nicola Abrusci (Tony Kart-Lke) per il maggior punteggio acquisito. Il titolo però è ancora sub-judice fino alla decisione del TNA per il ricorso presentato da Giuseppe Fusco (Lenzo-Lke) sulla vittoria che gli era stata tolta nella seconda finale della gara di Siena. Se il TNA dovesse dar ragione a Fusco, il campione diventerebbe quest’ultimo, altrimenti a gioire definitivamente sarà Abrusci.

Sorprendente l’epilogo della KZ2. In testa alla classifica da inizio stagione era sempre stato Massimo Dante, su Maranello-Tm, ma il pilota trentino si è fatto coinvolgere nella bagarre di gara e ha pagato a caro prezzo l’epilogo del campionato. In gara-1 Dante è stato penalizzato di 6 secondi per un incidente con Francesco Celenta (Energy-Tm) quando era in vista dell’arrivo e nel gruppo di testa, in gara-2 è stato ancora penalizzato di 10 secondi per partenza anticipata. Nel rush finale, fra i candidati al titolo sono così entrati a “piedi uniti” anche Giulietti e Celenta, rispettivamente vincitori delle due rocambolesche finali. Il campionato è andato a Giulietti con appena 3 punti di vantaggio su Dante e 7 su Celenta. Altri protagonisti, Massimo Mazzali (Art-Lke), a podio in gara-1 insieme ad un ottimo Marco Zanchetta (Maranello-Tm), Luca Tilloca (Energy-Tm) sempre fra i più veloci, Giacomo Pollini (CRG-Tm) a podio in gara-2. Nota di merito anche per il campione internazionale Dorian Boccolacci (Energy-Tm), fra i più competitivi.

Campionato KZ2: 1. Giulietti punti 142; 2. Dante 139; 3. Celenta 135; 4. Mazzali 103; 5. Pastacaldi e Piccioni 94.

In KF2 Darras ha messo al sicuro il titolo piazzandosi terzo nella prima finale, alle spalle di Marco Maestranzi (Top Kart-Tm) e Stefano Cucco (Intrepid-Tm). Quest’ultimo ha poi vinto una incredibile finale-2 davanti all’eccellente inglese Callum Ilott (Zanardi-Tm) e a Gianni Vigorito tornato con successo in KF2 con Exprit. In questa prova molto combattivi anche Diego Bertonelli (Zanardi-Tm) e Luca Corberi (Kosmic-Vortex). In gara-2 Darras si è dovuto accontentare del settimo posto, ma quello che contava, per il pilota francese, era la conquista del titolo.

Campionato KF2: 1. Darras punti 206; 2. Maestranzi 152; 3. Moretti Marco 136; 4. Ilott 134; 5. Corberi 127.

Il duello in campionato fra Alessio Lorandi e Leonardo Pulcini, per tutto l’anno antagonisti anche in campo internazionale, si è risolto a favore di Lorandi con la sua vittoria nella prima Finale. Un successo che gli ha garantito matematicamente il titolo per il secondo anno consecutivo. Sul podio di gara-1 anche il campione europeo Lando Norris (FA Kart-Vortex) e il sorprendente russo Alexander Vartanyan (Tony Kart-Vortex) della Ward Racing, con Pulcini quarto. Vartanyan si è poi preso la soddisfazione di una clamorosa vittoria in gara-2 davanti al venezuelano Mauricio Baiz (Exprit-Vortex) e lo statunitense Logan Sargeant (FA Kart-Vortex), con l’altro russo Robert Shwartzman (Tony Kart-Tm) quarto dopo aver condotto nei primi giri e Lorandi quinto. In gara-2 Pulcini non ha preso il via, ma il duello fra Lorandi e Pulcini proseguirà il 23 novembre nel Mondiale Junior in Bahrein.

Campionato KF3: 1. Lorandi Alessio punti 218; 2. Pulcini 194; 3. Garofano 106; 4. Lorandi Leonardo 93; 5. Florescu 90.

Anche nella 60 Mini il duello per il titolo ha riguardato soprattutto due piloti, il pugliese Nicola Abrusci (Tony Kart-Lke) e il napoletano Giuseppe Fusco (Lenzo-Lke), con Francesco Pagano (Top Kart-Lke) e anche Leonardo Marseglia (Top Kart-Parilla) da terzo incomodo. Nella prima finale Fusco è riuscito a rimettersi in corsa per il titolo andando a vincere la gara, davanti a Pagano, Marseglia e Abrusci che si è dovuto accontentare della quarta posizione. Nella seconda finale a salire sugli allori è stato il brillante malese Mussyaffa Muizzuddin (CRG/Hero-Lke), insieme al ceco Lukas Podobsky (Birel-Parilla) e ancora Marseglia, rispettivamente ai primi tre posti sul podio, con Rasmus Lindh quarto e Abrusci quinto. Fusco è rimasto invischiato dietro, concludendo solamente ottavo, mancando per soli 4 punti l’aggancio in classifica con Abrusci. Ora dovremo attendere la sentenza del TNA sulla gara di Siena per conoscere il vincitore del titolo della categoria.

Campionato 60 Mini (sub-judice): 1. Abrusci punti 170; 2. Fusco 166; 3. Pagano 159; 4. Marseglia 124; 5. Muizzuddin 115.


Stop&Go Communcation

Mai come quest’anno il Campionato Italiano CSAI Karting ha offerto una serie infinita di emozioni in tutte le categorie che […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/10/csai_campioni_2013_giulietti_lorandi_darras_fmp_2453.jpg CSAI – Giulietti, Darras e Lorandi vincono il titolo nel finale di Castelletto