A Castelletto di Branduzzo non sono davvero mancate le sorprese nella prima giornata di gare di sabato per le qualificazioni dell’ultima prova del Campionato Italiano CSAI Karting, a partire dalle prove ufficiali del mattino e poi nelle manches del pomeriggio essenziali per agguantare le migliori posizioni di partenza per la prima finale di domenica.

Con 146 piloti al via in questa quinta e ultima prova della stagione che hanno fatto raggiungere la quota record di 826 partecipazioni, il Campionato Italiano sta confermando anche in questa tappa conclusiva un grande spettacolo in pista non offrendo niente di scontato.

KZ2. In KZ2 (con 23 piloti) in prova è Massimo Mazzali (Art-Lke) a sorprendere tutti e a confermarsi velocissimo dopo la sua vittoria nella scorsa gara di Lonato.

Ottimo anche il sorprendente Giacomo Pollini su CRG-Tm, secondo miglior tempo, davanti al neo campione mondiale Dorian Boccolacci (Energy-Tm) e al nuovo arrivato Luca Tilloca su Energy, mentre i due contendenti per il campionato, Massimo Dante (Maranello) e Francesco Celenta (Energy) si piazzano al quinto e sesto posto.

Le due manches della KZ2 sono particolarmente combattute. Nella prima manche la vittoria va a Mazzali, su Dante e Celenta, con Boccolacci quarto e Giulietti che si porta fino al quinto posto. La seconda manche premia invece uno scatenato Boccolacci, che vince davanti a Celenta, Mazzali, Giulietti e al capoclassifica Dante. La prima finale di domenica si annuncia quindi con grandi incertezze.

Campionato KZ2: 1. Dante punti 139; 2. Celenta 117; 3. Pastacaldi e Piccioni 94; 5. Giulietti 89; 6. Mazzalòi 73; 7. Drudi 64; 8. Spinelli 62; 9. Di Poto 57; 10. Marconi 56.

KF2. Nei tempi di qualificazione della KF2 (23 piloti) a svettare su tutti è Marco Maestranzi (Top Kart-Tm), davanti a un altrettanto veloce Luca Corberi (Kosmic-Vortex). Ottimi anche gli outsider Diego Bertonelli (Zanardi-Tm), Gianni Vigorito (Exprit-Tm) e Ollie Norris, che occupano le prime posizioni davanti al leader di campionato Julien Darras (Tony Kart-Tm). E in gran forma appare subito Maestranzi, che mette a segno un en-plein nelle due manches, con Bertonelli e Corberi subito dietro, insiemeall’inglese Ilott e al francese Darras che sono subito a ridosso dei primi.

Campionato KF2: Darras punti 185; 2. Moretti Marco 134; 3. Ilott 122; 4. Maestranzi 115; 5. Corberi 113; 6. Moretti Andrea 94; 7. Bertonelli 68; 8. Iacovacci 40; 9. Russo e Gomez 34.

KF3. In KF3 (con la presenza di 50 piloti) il neo campione europeo della categoria Lando Norris (FA Kart-Vortex) si fa subito valere segnando la pole position, mentre un po’ in ritardo è il capoclassifica Alessio Lorandi (Tony Kart-Parilla), sesto, con il suo maggior rivale Leonardo Pulcini (Tony Kart-Vortex) autore del terzo tempo. Nelle tre manches disputate in questa categoria, Alessio Lorandi si prende subito la prima soddisfazione vincendo la gara, ma anche Norris sale in cattedra vincendo la seconda manche e Pulcini la terza. Insomma il duello per la vittoria nelle Finali di domenica sembra proprio ristretto a questi tre campioni, con Lorandi e Pulcini in lizza per il titolo italiano.

Campionato KF3: 1. Lorandi Alessio punti 200; 2. Pulcini 176; 3. Garofano 105; 4. Lorandi Leonardo 87; 5. Florescu 80; 6.Giannoni 79; 7. Mazepin 73; 8. Shwartzman 55; 9. Baiz 54; 10. Pollara 45.

60 MINI. Nella 60 Mini (anche qui 50 piloti come nella KF3) si mette subito in evidenza Leonardo Marseglia (Top Kart-Parilla) con la pole position, ma anche il capo classifica Nicola Abrusci (Tony Kart-Lke) si rivela velocissimo conquistando il secondo miglior tempo, mentre Giuseppe Fusco (Lenzo-Lke), altro pretendente al titolo, in prova ottiene la sesta prestazione più veloce. Anche qui sono necessarie tre manches per selezionare i finalisti. Nella prima manche è Fusco a vincere davanti ad Abrusci, nella seconda manche è Marseglia a prevalere sullo svedese Rasmus Lindh (Ipk-Parilla), ma nella terza è quest’ultimo a imporsi, mescolando ancor di più le carte sui favoriti per la vittoria nelle finali di domenica.

Campionato 60 Mini: 1. Abrusci punti 160; 2. Pagano 121; 3. Fusco 120; 4. Colombo 109; 5. Podobski 93; 6. Marseglia 89; 7. Muizzuddin 82; 8. Legeret 78; 9. Hardja 54; 10. Chinelli 52.


Stop&Go Communcation

A Castelletto di Branduzzo non sono davvero mancate le sorprese nella prima giornata di gare di sabato per le qualificazioni […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/10/KZ2_Massimo_Mazzali_FMP_9661-wyui.jpg CSAI – Dopo le manches tanti candidati alla vittoria a Pavia