Il richiamo del Karting è sempre travolgente! Figuriamoci per la gara di Colmurano, circuito cittadino per veri e propri temerari definito da sempre da addetti e appassionati "da pelo". Il perchè è facilmente immaginabile: dritti e curvoni tanto in salita quanto in discesa lungo il perimetro marchigiano in mezzo a tanto, ma tanto pubblico. Una classica di Ferragosto a cui neanche i big del Karting mondiale spesso rinunciano. Già perchè Colmurano vuoi o non vuoi è comunque riservata ai "Nazionali", quindi si sono utilizzate ancora le vecchie motorizzazioni, con "vecchie" categorie quali 100 ICA, 100 Club, 100 Senior e soprattutto 125, luogo sacro per Marche, Umbria e il vicino Abruzzo.

Tanti i nomi noti, anche fra gli ormai "emigrati" fra le Formule o GT che hanno comunque preferito rimanere in incognito (li rispettiamo); altri che invece non hanno avuto problemi ad uscire allo scoperto quali Andrea Borio. Il giovanissimo driver umbro, prossimo all'esordio ufficiale in F.Renault 2.0 al prossimo Winter Trophy, si è dilettato nell'amata 100 Intercontinentale-A dopo essere sceso dall'abitacolo della sua Tatuus da 2.0 litri di Renault Italia targata Racing Box, con la quale si cimenta spesso nei test pre-debutto. Ebbene la classe e la dimestichezza col kart Borio non l'ha affatto persa. Anzi … Dopo le qualifiche, in cui aveva ottenuto il secondo miglior crono, è stato costretto a partire ultimo in prefinale a causa di un problema alla candela nel giro di ricognizione. Borio non fa una grinza: sotto la bandiera a scacchi sfilerà secondo … Ma la doccia fredda arriva dalla direzione gara, che lo relega ancora ultimo al via della finalissima. Il pilota umbro si rimbocca ancora le maniche e dopo una gran partenza lanciata, recupera posizioni su posizioni con sorpassi mozzafiato e staccate da brivido fino a cogliere ancora la piazza d'onore finale. Il tutto ovviamente per la gioia del suo management, capitanato come al solito da papà Giuseppe e Max Crinelli. Sì proprio lui, l'ex Max Team e oggi persona di fiducia in seno alla Racing Box, giunto in mattinata per non perdere le gesta del suo nuovo pupillo e scalmanarsi in tribuna per i sorpassi d'autore del golden boy perugino.

Nella foto di Marcello Angiolella, Andrea Borio (Racing Box) in azione a Colmurano


Stop&Go Communcation

Il richiamo del Karting è sempre travolgente! Figuriamoci per la gara di Colmurano, circuito cittadino per veri e propri temerari […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Borio-1.jpg “Cittadini” che passione. E Borio d