Lo scorso weekend, il Circuito Internazionale di Sarno ha ospitato il Campionato Mondiale CIK-FIA in prova unica della classe KZ1. La Divisione Karting di ART Grand Prix ha conquistato la terza posizione finale, un piazzamento prestigioso ma che purtroppo non rispecchia il potenziale espresso dalla squadra e dal suo pilota Ben Hanley durante tutto il fine settimana.

Hanley è stato il dominatore dell’intero week-end, ottenendo la pole position nel suo gruppo, imponendosi perentoriamente nelle tre successive batterie e nella pre-finale. Poi, durante la finale nella quale partiva dalla prima posizione in griglia, l’amaro colpo di scena. Il pilota inglese era in testa quando la carcassa dello pneumatico posteriore sinistro ha ceduto, facendo perdere a Ben due posizioni. Una beffa, dovuta ad un problema già noto al Costruttore di pneumatici, precedentemente riscontrato nelle tappe del campionato WSK Euro.

Per ART Grand Prix resta la consapevolezza di aver fatto tutto il possibile per essere altamente competitivi, come dimostrato in pista. Ma allo stesso tempo spiace aver visto Hanley guidare in modo impeccabile per tutto il weekend e non aver raccolto quanto meritato, a causa di un problema estraneo sia al suo operato che a quello della squadra. ART Grand Prix ritiene Hanley il vincitore morale di questo Mondiale, e lo ringrazia per l’enorme mole di lavoro fatta sia nelle vesti di tester che in quelle di driver’s coach dei i nostri giovani piloti nel corso della stagione.

BEN HANLEY: “Il week-end è subito iniziato molto bene, con la piacevole sorpresa arrivata dai motori TM Racing ufficiali che abbiamo utilizzato per la prima volta. Quando si dispone di motori così performanti ci si può concentrare maggiormente sulla messa a punto del telaio ed, infatti, sin dalle prime prove abbiamo trovato un ottimo equilibrio. Le qualifiche ci hanno confermato al vertice e le tre manche sono state dominate senza grossi affanni. Sapevamo che la gomma era delicata e nella pre-finale, che è una gara abbastanza lunga, dopo aver preso saldamente il comando ho gestito la corsa senza forzare, proprio per evitare di stressare troppo gli pneumatici. Nella finale dopo due giri ero in testa, ed anche in questa occasione ho preso un po’ di margine ed ho rallentato per gestire le gomme. Purtroppo, dopo soli due giri ho capito che stava succedendo quello che temevo, perché ho progressivamente iniziato a perdere trazione ed il mio passo è diventato più lento. Sono riuscito a concludere la corsa, ma ho dovuto cedere due posizioni. C’è stata grande delusione per il risultato mancato, ma se guardiamo il nostro week-end abbiamo ben poco da rimproverarci. Ci ha bloccato un problema di gomme, ma abbiamo dimostrato i risultati del grande lavoro che abbiamo fatto in questa nostra prima stagione”.

ARMANDO FILINI: “Confesso che è un po’ dura tornare a casa al termine di un weekend come quello di Sarno. Abbiamo fatto tutto quello che era possibile fare, e Ben ha svettato per tutto il fine settimana dall’alto di una superiorità mai in discussione. In finale non è partito al meglio, ma in due giri ha subito ripreso le due posizioni perse, riportandosi in testa. Era fatta, poi abbiamo visto che i tempi si sono alzati e ci siamo accorti che qualcosa non stava funzionando. Il problema alla carcassa della gomma posteriore si era già verificato nel warm-up, e mi era stato segnalato anche da altre squadre.

La Bridgestone ha portato a Sarno delle gomme rinforzate per risolvere questo problema, ma pur verificandosi meno frequentemente, il rischio purtroppo è rimasto e nel nostro caso il destino ha voluto che si verificasse durante la finale. Per tutto il week-end non abbiamo mai avuto alcun problema di performance e siamo stati assecondati in modo perfetto dalla TM Racing con l’assistenza di Franco Drudi, che ci ha fornito un motore ed un servizio di grande qualità. Mi dispiace molto per Ben, aveva fatto tutto il lavoro nel migliore dei modi e mancavano solo pochi giri per raccogliere il meritato trionfo. Credo che tutti i presenti in pista sanno bene chi ha lasciato il segno in questa edizione del Mondiale KZ, a prescindere dalla classifica finale”.


Stop&Go Communcation

Lo scorso weekend, il Circuito Internazionale di Sarno ha ospitato il Campionato Mondiale CIK-FIA in prova unica della classe KZ1. […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/Hanley_KZ1_Sarno2012_2.jpg CIK – ART Gp recrimina sul mancato successo di Hanley nel Mondiale KZ1 a Sarno