A due sole gare dalla fine della stagione inaugurale del Tudor United SportsCar Championship l’IMSA, organizzatrice del massimo campionato endurance americano, ha annunciato due addizioni di rilievo al proprio top management.

Beaux Barfield, nelle ultime tre stagioni direttore di gara dell’IndyCar Series, sarà il nuovo direttore di gara del Tudor USCC, riprendendosi la posizione già occupata in ALMS dal 2008 al 2011.

Non si conosce ancora il nome del sostituto di Barfield, che sostituì in IndyCar Brian Barnhart all’indomani del tragico incidente di Las Vegas nel 2011. Barnhart, che continua a rimanere nello staff e ha già occupato nuovamente il ruolo nel doubleheader di Toronto lo scorso luglio, rimane comunque il nome più accreditato.

L’ex general manager del Wayne Taylor Racing invece, Simon Hodgson, occuperà il ruolo di “Managing Director delle Racing Operations”, vale a dire direttore esecutivo delle operazioni in pista.

Barfield (nella foto) sostituirà di fatto Paul Walter, che assumerà il ruolo di direttore delle operazioni in pista, mentre ad Hodgson il compito di coordinare il lavoro di Barfield, Walter e dell’altro veterano Mark Raffauf, diventando di fatto il numero tre dell’organizzazione, dietro al CEO dell’IMSA, Ed Bennett, e al presidente e COO, Scott Atherton.

Ruffaf, dal cato suo, assumerà la carica di Direttore per le Series Platforms, supervisionando non solo il Tudor USCC, ma tutte le serie patrocinate dall’IMSA: Continental Tire Challenge, Cooper Tires Prototype Lites powered by Mazda, Ferrari Challenge, Porsche GT3 Cup Challenge USA by Yokohama, Ultra 94 Porsche GT3 Cup Challenge Canada by Michelin e Lamborghini Super Trofeo.

Scot Elkins infine, direttore esecutivo dell’IMSA sin dal 2008, assumerà il ruolo di direttore del regolamento tecnico, supervisionando gli aspetti tecnici di tutte le serie IMSA, compreso l’Adjustment of Performance (l’AoP, la versione statunitense del BoP), le omologazioni e le ispezioni tenciche.

A sua cura ancora il compito di proseguire il dialogo con la FIA e l’ACO per la definizione delle nuove classi nel 2017. Elkins continuerà a rapportarsi direttamente ad Atherton.

Il nuovo assetto sarà operativo in via immediata, con Barfield operativo in direzione gara già al prossimo appuntamento del COTA, il 20 settembre.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Anche Simon Hodgson si aggiunge al top management dell’organizzazione

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/09/barfield.jpg USCC – Beaux Barfield lascia l’IndyCar per l’IMSA