La definizione della top 35 fra le varie auto presenti, ha stabilizzato la situazione per le prime cinque gare. Questa classifica è più che fondamentale per determinare chi entrerà nella ‘season-opener’, tramite le qualifiche o i ‘Gatorade Duels’, in più hanno diritto di far parte della Sprint Cup. La fusione fra il ‘Chip Ganassi Racing’ e ‘Dale Earnhardt Inc.’ ha portato entrambi nella top 35 l’anno scorso, i punti realizzati l’anno passato da Regan Smith con la n.1, sono andati alla n.33 di Clint Bowyer del ‘Richard Childress Racing’, e significa che tutte e quattro le auto del ‘RCR’, che ha una sinergia con il ‘Earnhardt Ganassi Racing’ per i motori, sono iscritte di diritto alla Sprint Cup.

I punti conquistati da Paul Menard con la n.15 sono andati a John Andretti con l’auto n.34, che è prevista solo per la 500 Miglia di Daytona. Stessa situazione nel ‘Michael Waltrip Racing’, i punti conquistati da Reutimann con la n.44 sono ora ad appannaggio dell’australiano Marcos Ambrose, pilota australiano del ‘JTC/Daugherty/MWR’.

Sam Hornish (Penske Racing) accede in top 35 grazie ai punti di Bill Davis sulla stock-car n.22, auto che non ha più corso sotto i colori del team di Davis per il fallimento della sua squadra; tuttora lo stesso David detiene una piccola parte del ‘Penske Racing’. Colpo di fortuna anche per Montoya, che avrà un miglior punto di partenza in qualifica, grazie ai punti di Aric Almirola.

Tutti questi abbinamenti hanno lasciato fuori Richard Petty e A.J. Allmendinger, che dovranno sfruttare la loro velocità o i ‘Gatorade Duels’.

Gabriele Sbrana


Stop&Go Communcation

La definizione della top 35 fra le varie auto presenti, ha stabilizzato la situazione per le prime cinque gare. Questa […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/00_montoya3.jpg NASCAR – Road to Daytona: Definita la top 35