La cinquantesima vittoria in carriera (la terza stagionale in cinque gare) di Jimmie Johnson è venuta sul circuito di Bristol, dove il quattro volte campione non aveva ancora vinto. Il pilota della Chevy #48 è stato perfetto nell'ultima ripartenza grazie ad una strepitosa competitività con le gomme fresche. Nell'epilogo della gara ha superato Greg Biffle e Tony Stewart a meno di dieci giri dal termine (su 500) e ha tenuto a distanza Stewart e Kurt Busch, il grande dominatore della corsa, che lo tallonavano da vicino. Sono stati Busch e Johnson ad animare le prime fasi della gara con un duello che si è protratto per tutto il pomeriggio. Il poleman Joey Logano è stato superato dal pilota della Dodge #2 subito dopo la partenza ma è riuscito a fare il secondo giro in testa. Busch è tornato al comando ma Johnson lo ha superato. Con il degrado delle gomme, Johnson ha ceduto il comando al pilota di Las Vegas ma il californiano è riuscito a riprendere la testa della gara con la prima neutralizzazione, quando Dave Blaney (terzo in griglia ma partito dal fondo dello schieramento) ha forato una gomma. Come nei primissimi giri, Johnson ha condotto il gruppo per pochi giri prima di cedere il comando a Busch, a suo agio a gomme usurate. Soltanto Greg Biffle e Brad Keselowski sono riusciti a prendere la leadership nei giri successivi ma solo grazie alle strategie ai box. In pista non ce n'era per nessuno e Busch ha avuto la sola sfortuna di vedere sventolare la bandiera gialla a pochi giri dalla fine. Se non fosse per la ripartenza a gomme fresche con pochi giri da compiere, Johnson non avrebbe vinto. La gara è stata molto interessante con diversi duelli anche se la pioggia ha interrotto l'evento in un paio di occasioni.

Riepilogando, Johnson ha tagliato il traguardo davanti a Stewart, Busch, Biffle e Matt Kenseth. Completano i primi dieci Carl Edwards, Dale Earnhardt Jr. (ottimo dopo una penalizzazione), Jamie McMurray, Kyle Busch (strepitosa rimonta per lui dopo una foratura) e Jeff Burton. Juan Pablo Montoya, Mark Martin e Marcos Ambrose hanno disputato una gara molto bella ma sono stati eliminati da un incidente nelle fasi finali della gara. Gara finita anzitempo pure per Kasey Kahne (foratura) e CLint Bowyer (motore).

In classifica Kevin Harvick (undicesimo al traguardo) resta primo con un solo punto di vantaggio su Kenseth e 14 su Johnson, ora terzo. Più interessante la classifica dei team, che dopo le prime cinque gare stagionali, determinerà i piloti che devono giocarsi la qualificazione ad ogni gara. A rientrare tra i migliori 35 sono Scott Speed e Bobby Labonte, mentre "retrocedono" Robby Gordon e la Ford #26 del team Latitude 43 di Boris Said, sostituito occasionalmente a Bristol da David Stremme. La NASCAR torna in pista la prossima settimana sempre su uno short track: sarà il turno di Martinsville, il tracciato più corto e lento dell'intera stagione, ma pure l'unico nel quale si corre sin dal lontano 1948.

Aldo Canzian


Stop&Go Communcation

La cinquantesima vittoria in carriera (la terza stagionale in cinque gare) di Jimmie Johnson è venuta sul circuito di Bristol, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/54742br1r10.jpg NASCAR – Bristol -Gara: Johnson beffa Busch e vince per la terza volta in cinque gare, incidente per Martin, Ambrose e Montoya