La seconda gara del circuito di Mid-Ohio ha visto a sorpresa la prima vittoria in campionato dell'australiano James Davison (nella foto) davanti a Wade Cunnigham e Pablo Donoso in una corsa costellata di bandiere gialle, ben 5 in soli 20 giri. Richard Antinucci, seppur ritiratosi a due giri dalla fine, riesce a tornare al comando della classifica generale di un solo punto su Raphael Matos (376 contro 375).

 

La corsa si è decisa nei giri finali, allorquando il leader e polesitter Jonny Reid, in presenza dell’ennesima bandiera gialla al giro 19, ha pensato che la corsa fosse finita e ha imboccato la corsia dei box, regalando la vittoria all’incredulo Davison.

Al primo giro la gara perdeva già Matos, vittima di un’uscita alla curva 4 con conseguente rottura dell’ala posteriore, mentre davanti Antinucci prendeva il largo dietro Reid. C’è da dire che il leader della classifica ha fatto veramente di tutto per estromettersi dalla gara. Prima si è girato alla curva 4, perdendo la seconda piazza a favore di Mitch Cunningham, poi di è girato ancora al giro 8, lasciando sulla pista ulteriori posizioni transitando ottavo, ed infine causando con Pecorari e Gomez la yellow flag che ha di fatto decretato la fine della gara. A parziale scusante sicuramente il fondo estremamente bagnato del tracciato, che ha mietuto non poche vittime.

 

Veramente peccato per Reid che, dopo una corsa condotta sin dall’inizio, ingenuamente non ha saputo approfittare nemmeno del testacoda del leader Mitch Cunningham – che lo aveva sorpassato di prepotenza a 3 giri dalla fine – per infilarsi nei box senza aver ricevuto la bandiera a scacchi.

 

Prossima gara il 9 agosto sul Kentucky Speedway

 

Piero Lonardo

 

Clicca qui per l’ordine di arrivo di gara 2


Stop&Go Communcation

La seconda gara del circuito di Mid-Ohio ha visto a sorpresa la prima vittoria in campionato dell'australiano James Davison (nella […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/davison_ohio.jpg IndyLights – Mid-Ohio, Gara 2: Prima vittoria di Davison. Antinucci torna in testa