Nell’euforia generale che regna nell’IndyCar Series dopo l’annuncio del COTA ed il test di Fernando Alonso, va ricordato che nel weekend di Portland, Robert Wickens è stato insignito del titolo di Rookie of the Year.

Lo sfortunato pilota canadese infortunatosi a Pocono ha conseguito il traguardo con due gare di anticipo grazie a sette arrivi nella top five tra cui brillano quattro podi (Phoenix, Indy GP, Toronto, Mid-Ohio), in 14 gare.

A questo va aggiunta la pole position conquistata nel season opener di St. Petersburg e l’award di Rookie of the Year ottenuto all’ultima Indy 500, dove ha terminato al nono posto. Wickens al momento è settimo, prima del gran finale di Sonoma, in classifica generale.

Condiviso inoltre dallo Schmitd Peterson Motorsport nella tarda serata italiana di ieri anche un nuovo aggiornamento delle condizioni fisiche del pilota.

Wickens in questa settimana è stato sottoposto con buon esito ad interventi chirurgici per riparare le fatture ad entrambe le mani e gambe presso lo IU Health Methodist Hospital di Indianapolis e nei prossimi giorni verrà trasferito ad un centro di riabilitazione per iniziare il processo di recupero.

La severità del danno alla spina dorsale sostenuto nell’incidente rimane indeterminato e oggetto di valutazione. I medici sottolineano che ci potrebbero volere settimane o mesi per conoscere le esatte conseguenze del danno.

Un bollettino questo che non lascia sicuramente tranquilli sul completo recupero dell’ex-DTM, e che, a causa di una serie di voci trapelate sulle reali condizioni del pilota – corroborate anche da una improvvida gaffe nel corso di una donazione al fondo benefico istituito proprio da Sam Schmidt, ricordiamo reso paraplegico da un incidente di gara nel 2000 – ha fatto sì che anche la famiglia di Wickens si unisse questa volta all’update del team.

Oltre ai ringraziamenti di rito, la famiglia del pilota ha infatti deciso, onde evitare qualsiasi ulteriore speculazione, di rendere addirittura nota la lista completa dei traumi sostenuti nell’incidente di Pocono:

Frattura spinale toracica

Danni alla colonna vertebrale

Frattura al collo

Fratture a tibia e perone di entrambe le gambe

Fratture ad entrambe le mani

Frattura all’avambraccio destro

Frattura al gomito

Frattura a quattro costole

Contusione polmonare

Come si può facilmente intuire da questa lista da brivido, il pieno recupero del pilota non potrà essere nè veloce, nè tantomeno certo. Il team ha comunque tenuto a precisare che, aldilà del supporto di Carlos Munoz, il quale sostituirà Wickens anche nel weekend di Sonoma, la macchina #6 rimarrà sempre a sua disposizione, indipendentemente dai tempi necessari al suo completo recupero.

Un ulteriore update verrà reso noto allorquando Wickens verrà trasferito presso il centro di riabilitazione.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Un nuovo aggiornamento clinico e le precisazioni della famiglia

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/09/09-05-Wickens-On-Pitlane-Indy500-V2-WithSunoco.jpg IndyCar – Wickens, sfortunato Rookie of the year