L'IndyCar 2008 sembra non fermarsi mai e questa settimana si corre ancora, sul mitico circuito stradale di Watkins Glen, teatro di epici duelli nella F1 degli anni '70. Tutti pensavano che la pole position sarebbe stata appannaggio di un team ex-ChampCar – i due maggiori indiziati erano Justin Wlson e Will Power – invece un po' a sorpresa è stato Ryan Briscoe (nella foto, in azione) ad aggiudicarsi la pole position, proprio davanti a Wilson.

 

Le qualifiche si sono svolte in tre fasi distinte, similmente alla F1 ma ancora una volta con quel senso dello spettacolo che da anni sembra spesso mancare ai gestori della massima espressione dello sport automobilistico mondiale. Dal primo turno di 20’, in cui le macchine sono state equamente divise per non intasare la pista, sono emerse dodici vetture, sei per turno:

Gruppo 1: Bruno Junqueira (1:30.4443; 134.138 mph); Tony Kanaan (1:30.6044; 133.901); Darren Manning (1:30.6445; 133.842); Dan Wheldon (1:30.7040; 133.754); Oriol Servia (1:30.7608; 133.670); Marco Andretti (1:31.0299; 133.275).Gruppo 2: Ryan Briscoe (1:29.8485; 135.027); Will Power (1:29.8548; 135.018); Justin Wilson (1:29.9808; 134.829); Vitor Meira (1:30.1152; 134.628); Scott Dixon (1:30.1494; 134.577); Ryan Hunter-Reay (1:30.1855; 134.523).In questo primo turno vengono esclusi a sorpresa Graham Rahal, che esce di strada alla curva 7, facendo sospendere la sessione, e soprattutto Helio Castroneves, la cui Dallara si ammutolisce per la rottura del filo dell’acceleratore. Il brasiliano, da sempre il miglior showman della categoria, chiede platealmente ai propri fans in tribuna se sono in possesso di un cacciavite per poter riparare la propria vettura, che partirà quindi stasera dal fondo della griglia.

 

Dal secondo turno di 15’ emergono nell’ordine Justin Wilson (1:29.2544; 135.926); Ryan Briscoe (1:29.3527; 135.777); Tony Kanaan (1:29.5724; 135.444); Scott Dixon (1:29.5743; 135.441); Oriol Servia (1:29.9530; 134.870); Ryan Hunter-Reay (1:29.9757; 134.836). Will Power si gira anch’egli alla curva 7 e tocca la barriere dei pneumatici, vanificando le proprie chance di successo.

 

Nei 10 minuti del round finale, la Firestone Fast Six si impone a sorpresa al fotofinish Ryan Briscoe (1:29.3456; 135.787 mph), che precede di meno di 35 millesimi Justin Wilson (1:29.3804; 135.734). In seconda fila ; Ryan Hunter-Reay (1:29.6355; 135.348) e Scott Dixon (1:29.6776; 135.285); In terza Oriol Servia (1:29.7068; 135.241) e Tony Kanaan (1:29.9938; 134.809). I primi tre piloti hanno segnato il loro miglior timing all’ultimo giro, in rapida successione.

 

Appuntamento alle 21.50 su Nuvolari per seguire una delle corse più emozionanti dell’anno in diretta.

 

Piero Lonardo

 

Clicca qui per la griglia di partenza completa


Stop&Go Communcation

L'IndyCar 2008 sembra non fermarsi mai e questa settimana si corre ancora, sul mitico circuito stradale di Watkins Glen, teatro […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Briscoe_Watkins.jpg Indycar – Watkins Glen, Qualifiche: Team Penske luci ed ombre.Briscoe davanti. A Castroneves manca un cacciavite!