Scott Dixon sembra intenzionato a terminare alla grande la propria stagione dell’IndyCar. Nonostante le ultime prove non favorevoli che lo hanno escluso dalla lotta per il titolo 2016, il campione in carica della serie ha iniziato col passo giusto nel penultimo appuntamento di Watkins Glen.

Dixon infatti ha segnato subito il miglior tempo nella prima sessione di libere con 1.23.8921, sessione interrotta dopo poco per un incidente a Conor Daly, che è decollato su un cordolo reso scivoloso dalle piogge dei giorni scorsi alla curva 6.

Dietro il neozelandese altre tre monoposto spinte dei propulsori Chevy di Sebastien Bourdais, Will Power e Tony Kanaan.

Nel pomeriggio, sotto un sole cocente, Dixon ha ribadito la propria supremazia demolendo il precedente storico record, appartenente a Ryan Briscoe, con 1.22.8740, lasciandosi dietro Helio Castroneves, Will Power, Tony Kanaan e Juan Pablo Montoya.

Solo P11 per il capolista, Simon Pagenaud, e ancora una buona prova da parte di RC Enerson, che è stato confermato in seno dal Dale Coyne Racing per questi ultimi due round.

Da segnalare la multa e penalizzazione imposta dalla serie a James Hinchcliffe dopo il finale del Texas. Il fondo piatto della DW12-Honda del canadese è stata trovata infatti irregolare e oltre ai 20.000 $ di multa, al portacolori dello Schmidt Peterson Motorsports sono stati tolti 25 punti in classifica.

Sabato in programma un’ultima sessione di libere e le qualifiche, rispettivamente alle ore 11.00 AM e alle 3.00 PM, ora locale.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 1

 

I risultati delle Libere 2


Stop&Go Communcation

Hinchcliffe multato e sanzionato per il fondo piatto

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/09/09-02-Dixon-At-Turn1-WGI.jpg IndyCar – Watkins Glen, Libere 1 e 2: Dixon scatenato