Josef Newgarden sta riprendendo da dove aveva lasciato la scorsa stagione. Il campione in carica dell’IndyCar Series si sta infatti proponendo, come nel 2017, con una seconda parte di stagione in crescendo e quest’oggi ha aggiunto un altro pezzetto al proprio mosaico conquistando la pole position nella Honda Indy Toronto, dodicesimo appuntamento della serie.

Newgarden, che aveva segnato il secondo tempo nell’ultima sessione di prove libere del mattino, per un soffio dietro Takuma Sato, si è impossessato della partenza al palo e del relativo punto addizionale con un ultimo giro monstre, a bandiera già abbassata e con la pioggia che ricominciava a cadere tra i muretti dell’Exhibition Place, prendendosi tutti i rischi possibili, compresa una lisciata a muro in curva 8, lasciandosi Scott Dixon, dominatore della prima giornata, a 2 decimi.

E dire che non solo Newgarden al mattino ha rischiato il crash dietro Robert Wickens – a muro nel finale di sessione in curva 8 – ma nel primo turno di qualifiche pagava ben 1”7 dal capoclassifica, che aveva dominato il primo gruppo, gestito con pneumatici da bagnato, e che aveva promosso anche Alexander Rossi, Jordan King, il rientrante Conor Daly e il vincitore dell’Iowa James Hinchcliffe, che con uno sforzo finale buttava fuori dal Q2 per l’ennesima volta Graham Rahal.

Il secondo gruppo del Q1 invece, grazie ad un rallentamento della pioggia, poteva osare addirittura anche le “alternate”, e promuoveva Will Power, Ryan Hunter-Reay, Simon Pagenaud, Takuma Sato, Robert Wickens e Matheus Leist.

Le Firestone rosse venivano utilizzate anche nel secondo turno, che vedeva il solito Dixon effettuare addirittura la migliore prestazione del weekend con 58.5546. Il leader della classifica però nulla poteva nel Q3 contro la prestazione del nativo del Tennessee, che si aggiudicava così la quarta pole position stagionale dopo quelle di Barber Park, del Texas Speedway e di Road America.

Seconda fila tutta Penske per Simon Pagenaud e Will Power; a seguire le due monoposto del team Andretti di Alexander Rossi e Ryan Hunter-Reay, che hanno pagato però oltre 1”1 dal battistrada.

Lo start della Honda Indy Toronto alle 3.35 PM, preceduto da un breve warm-up alle 11.40 AM, il tutto ora locale e presumibilmente con condizioni meteo favorevoli.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 3

I risultati delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

Un ultimo giro monstre del campione in carica scalza il capoclassifica dalla pole

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/07/Newg.jpg IndyCar – Toronto, Libere 3 e Qualifiche: Newgarden beffa Dixon