L’IndyCar Series torna finalmente sui circuiti stradali e questo weekend si torna a Toronto per la decima gara dell’anno. Nelle prove libere ancora una volta il primo della lista è Dario Franchitti (nella foto), che già nella mattinata precede tutti rimanendo poco sopra il minuto con 1.00.8972, migliorandosi ulteriormente nel pomeriggio con 1.00.2786.

La prima sessione è stata fermata con bandiera rossa dopo pochi minuti per consentire i soccorsi a tre meccanici, due del Team Dragon e uno di Dale Coyne, travolti dalla Dallara di Justin Wilson, improvvisamente ripartita in pit lane dopo aver stallato, finoa tamponare l’incolpevole Sebastien Bourdais, fermo poco più avanti per una riparazione. Tanto spavento ma per fortuna nessuna conseguenza grave per i meccanici, rilasciati dopo le valutazioni di rito.

Nella classifica combinata dei tempi altri tre motori Honda dietro lo scozzese, con Simon Pagenaud distanziato di poco più di 1 decimo davanti a Scott Dixon e a Justin Wilson. Ad inseguire il trio Penske capitanato questa volta da Ryan Briscoe a precedere Helio Castroneves ed il capolista della serie Will Power, che manca dalla vittoria da ormai cinque  gare dopo lo splendido avvio iniziale. Completano la top ten odierna sul circuito ricavato all’interno della zona fieristica del capoluogo dell’Ontario Mike Conway, il vincitore delle ultime due gare Ryan Hunter-Reay e Takuma Sato.

Da segnalare la ventesima posizione assoluta di Simona de Silvestro con la sua HVM-Lotus, che a partire da questa gara beneficerà del primo dei nuovi sviluppi al propulsore realizzato da John Judd, secondo le nuove regole dell’IndyCar, che prevedono l’introduzione di nuovi particolari tecnici a partire da metà stagione per i propulsori carenti di almeno il 2,5% in potenza rispetto alla concorrenza. Nuove modifiche si prevedono sia per Sonoma l’ultima settimana di agosto che per Baltimore il weekend seguente.

Ovviamente queste modifiche comporteranno altrettante penalizzazioni di 10 posizioni in griglia in quanto applicate su nuove unità, cui sappiamo già aggiungersi una ulteriore penalità da applicarsi nella prossima gara di Edmonton per aver già sforato anche il numero massimo di propulsori, cinque, ammesso per la serie 2012.

10 posti in più in griglia in questa gara anche per Alex Tagliani, “rei” di aver installato anch’essi un nuovo propulsore Honda sulla DW 1 del Team Barracuda-BHA.

Appuntamento a domani per una nuova sessione di libere alle 9.45 AM e per le qualifiche, alle 1.00 PM, sempre locali.

La classifica combinata delle libere odierne.

Piero Lonardo

 


Stop&Go Communcation

L’IndyCar Series torna finalmente sui circuiti stradali e questo weekend si torna a Toronto per la decima gara dell’anno. Nelle […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/Franch2.jpg IndyCar – Toronto, Libere 1 e 2: Dominio Franchitti ma che spavento Wilson!