Will Power si aggiudica la seconda vittoria stagionale trionfando al Texas Motor Speedway in una gara costellata da incidenti. Ben nove infatti le interruzioni con il risultato di avere solamente nove vetture all’arrivo.

Il più spettacolare sicuramente il crash che ha tolto dal lotto ben nove DW12 al lap 151, con James Hinchcliffe stretto fra Tony Kanaan ed il teammate Mikhail Aleshin a carambolare su Ryan Hunter-Reay, Carlos Munoz, Tristan Vautier ed Ed Jones. In questo caso è stata necessaria addirittura la bandiera rossa e non sono mancate le rimostranze nei confronti di Kanaan da parte di Dale Coyne, che ha visto svanire in un sol colpo due potenziali arrivi in top ten, con un Tristan Vautier, al rientro nella serie, costantemente fra i primi.

Il pilota brasiliano, cui veniva comminato uno stop-and-hold di 20″ per contatto evitabile e blocking, indicava invece il sindaco di Hinchtown quale responsabile della melèe.

Ad ogni modo, dopo questa interruzione, la serie imponeva pit-stop con cambio gomme obbligatorio ogni 30 giri, a seguito dell’avviso precauzionale ricevuto dal fornitore di pneumatici.

Già out nelle prime fasi di gara invece sia il poleman Charlie Kimball per un problema tecnico, che Alexander Rossi ed Helio Castroneves, entrambi a muro, così come Josef Newgarden a soli 47 giri dalla fine.

A quattro tornate dal termine infine l’ultima definitiva interruzione, dopo che Takuma Sato andava a sbandare per eliminare dalla lotta al vertice anche il leader del campionato, Scott Dixon.

Campo libero così per il campione 2014, il quale si involava verso il traguardo in regime di neutralizzazione, precedendo Tony Kanaan – rimontato fino alla piazza d’onore dopo la penalità – e Simon Pagenaud. Ottimo quinto posto per Gabby Chaves con la macchina dell’Harding Racing alla seconda apparizione stagionale, dietro il dominatore di Detroit, Graham Rahal.

In classifica generale, Dixon riesce a mantenere il comando con 326 punti, 13 in più di Simon Pagenaud e 14 in più di Takuma Sato. Con questa vittoria risale in classifica anche Will Power, che ora veleggia in quinta posizione a 40 punti dal leader dietro il compagno di squadra Castroneves ma davanti a Graham Rahal.

Prossimo appuntamento con l’indyCar Series il 25 giugno e a Road America

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo della Firestone 600


Stop&Go Communcation

Tensione in pitlane per qualche contatto forse evitabile

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/06/Powerwin-1024x768.jpg IndyCar – Texas, Gara: Will Power ad eliminazione