Successivamente alla conferenza stampa che ha sancito l'unificazione con la Champ Car, a Homestead si è svolto il primo giorno di Open Test che a conti fatti ha inaugurato la stagione 2008 della IndyCar Series. Una stagione sicuramente storica, anche se per adesso a Miami sono scesi in pista soltanto i team già presenti nel campionato di Tony George, per un totale di 14 corridori. Alla fine il più veloce di tutti è stato Dan Wheldon, autore del crono di 25.0619. Il pilota del Chip Ganassi Racing ha coperto il miglio e mezzo della Florida ad una media di oltre 213 miglia orarie, dimostrandosi sempre a suo agio in questo ovale.

"Il team ha lavorato davvero bene e sembriamo competitivi", ha dichiarato l'inglese. "Guardando i risultati è però Helio (Castroneves, ndr) quello che appare più in forma sul ritmo di gara, avremo un po' da fare per cercare di prenderlo. In ogni caso quando siamo stati in pista assieme potrebbe aver utilizzato gomme fresche, rendendo la differenza maggiore di quanto sia veramente. Penso che la squadra abbia tutto sotto controllo. Comunque è stato bello tornare al volante".

Alle spalle del campione 2005 c'è il suo compagno di scuderia Scott Dixon, staccato di appena quattro millesimi. Il neozelandese ha preceduto proprio Helio Castroneves, portacolori della Penske, seguito dal connazionale Tony Kanaan con la prima delle vetture schierate dall'Andretti Green, per il quale mancava Danica Patrick. "Miss IndyCar" è stata infatti bloccata dalla febbre, e la sua Dallara #7 è stata affidata per un breve shake-down Marco Andretti, prima che il figlio di Michael tornasse sulla sua #26.

Proprio "Andrettino" ha concluso la giornata in settima piazza, dietro a Ryan Briscoe con l'altra Penske e ad AJ Foyt IV, in azione con la Vision Racing. Milka Duno, al debutto con il team Dreyer & Reinbold, ha concluso con il tredicesimo tempo.

Le prove proseguiranno nella serata di oggi. In giornata gireranno invece le monoposto della Indy Pro Series.

Classifica

01. Dan Wheldon – Target Chip Ganassi Racing – 25.0619 – 136 giri
02. Scott Dixon – Target Chip Ganassi Racing – 25.0660 – 136 giri
03. Helio Castroneves – Team Penske – 25.1211 – 148 giri
04. Tony Kanaan – Andretti Green Racing – 25.1227 – 94 giri
05. Ryan Briscoe – Team Penske – 25.2127 – 160 giri
06. AJ Foyt IV – Vision Racing – 25.2179 – 103 giri
07. Marco Andretti – Andretti Green Racing – 25.2465 – 119 giri
08. Hideki Mutoh – Andretti Green Racing – 25.2476 – 114 giri
09. Ed Carpenter – Vision Racing – 25.2691 – 68 giri
10. Buddy Rice – Dreyer & Reinbold Racing – 25.3716 – 104 giri
11. Ryan Hunter-Reay – Rahal Letterman Racing – 25.3934 – 102 giri
12. Vitor Meira – Panther Racing – 25.3987 – 93 giri
13. Milka Duno – Dreyer & Reinbold Racing – 25.6276 – 68 giri
14. Darren Manning – AJ Foyt Enterprises – 25.6369 – 85 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Successivamente alla conferenza stampa che ha sancito l'unificazione con la Champ Car, a Homestead si è svolto il primo giorno […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/usa28022.jpg IndyCar – Test Homestead, Day 1: Dan Wheldon apre le danze