Dall’ovale del New Hampshire giunge oggi la notizia, che il CEO dell’IndyCar, Randy Bernard, ha informato i team owners dell’intenzione di rimandare l’introduzione degli sviluppi aerodinamici originali (i cosiddetti aero-kits) alla stagione 2013.

La decisione è da ricondurre sostanzialmente ai costi di sviluppo. Nella prossima stagione saranno quindi utilizzate solo le due differenti configurazioni che Dallara ha già previsto per gli ovali e per i circuiti stradali o cittadini. Le fiancate e il cofano motore saranno identiche per entrambe le configurazioni, mentre saranno differenti i pacchetti alari anteriore e posteriore.

“La cosa più importante che possiamo fare come serie e pensare sia a breve che a lungo termine” ha affermato Bernard “E’ importante mantenere alto il numero delle macchine anche l’anno prossimo assicurando il contenimento dei costi. Dobbiamo ascoltare i nostri team owners e venir loro incontro. Non vogliamo vedere 16 macchine invece che 26-27 per colpa degli aero kits. I costruttori ci hanno detto che sono molto costosti ed i team owners ce l’hanno confermato”

“Nessuno è più dispiaciuto del sottoscritto, ma credo che sia la miglior decisione per la nostra serie. La stagione 2012 – il cui schedule verrà annunciato a metà settembre – sarà eccitante, con il debutto della nuova macchina ed i relativi sviluppi tecnologici. Dalle simulazioni abbiamo constatato sui circuiti stradali (si riferisce ai primi test a Mid-Ohio) giri di 3” più veloci ed una velocità massima incrementata di 15 mph. Gli aero kits saranno una grande innovazione, ma vogliamo introdurli al momento giusto.”

L’Indycar ha conteporaneamente annunciato i piani economici inerenti la nuova macchina, che verrà fornita come noto completa, eccetto che per i pneumatici, il volante ed il sedile del pilota, che comporterà una riduzione di costi di circa il 40% per il corpo vettura (che costerà $385,000) e di circa il 30% per la fornitura dei motori (fin qui $690,000 è il massimo contratto conosciuto), mentre la fornitura dei pneumatici Firestone aumenterà invece a circa $250,000.

Unico commento fin qui pervenuto da parte dei team owners quello, sintetico, di Michael Andretti “L’anno prossimo avremo i nuovi telai ed i nuovi motori. In questo modo avremo altre novità per il 2013″

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Dall’ovale del New Hampshire giunge oggi la notizia, che il CEO dell’IndyCar, Randy Bernard, ha informato i team owners dell’intenzione […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/DALLARA3.jpg IndyCar – Telai Dallara “base” per tutta la prossima stagione