Finalmente ci siamo, la lunghissima off-season è finita e I bolidi dell’IndyCar Series sono tornati finalmente in pista per il primo appuntamento stagionale, al solito sulle strade di St.Petersburg, Florida, che ospita per la decima volta una prova delle monoposto più veloci d’America.

22 le macchine in pista, ma delle novità del mercato ne abbiamo parlato ampiamente su queste pagine virtuali nel corso dei lunghi mesi invernali.

Il clima non è ottimale: una ventina gradi e un cielo che non promette niente di buono per il prosieguo della giornata. Dopo un giro di riscaldamento, tutti ai box per rifinire il setup e poi inizia veramente la stagione 2014.

Dopo la prima mezz’ora, scarsa, a causa di una red flag causata da Sebastien Bourdais a circa 8’ dalla fine dei 45’ previsti, fuori alla curva 4, è il vincitore 2013 James Hinchcliffe (nella foto, con la nuova livrea), a precedere di un niente, 6 millesimi, un Justin Wilson apparso in forma smagliante dopo le due prime gare del Tudor USCC.

Terza piazza ancora per un’altra DW12 motorizzata Honda, quella di Takuma Sato, a precedere il poleman delle ultime quattro edizioni della gara, Will Power, con il primo Chevy, e Sebastien Bourdais.

Completano la top ten Ryan Briscoe, consistente già alla prima uscita col team Ganassi, Ryan Hunter-Reay, Simon Pagenaud, Graham, Rahal, scivolato dalla top five solo negli ultimi minuti, e Tony Kanaan.

Seconda ed ultima sessione di libere della giornata alle 2 PM ora locale.

Piero Lonardo

La classifica delle Libere-1


Stop&Go Communcation

Tre motori Honda davanti, poi Power e Bourdais

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/03/Hinch1.jpg IndyCar – St.Pete, Libere 1: Hinchcliffe mostra subito i denti