Will Power torna alla vittoria al GoPro Grand Prix of Sonoma, 15ma prova dell’IndyCar Series 2013.

L’australiano, che è il decimo diverso vincitore dell’anno, ha approfittato di una tattica di gara perfetta da parte del team Penske, ma anche di una decisione controversa della direzione gara quando, al giro 65, Scott Dixon in fase di uscita dalla pitlane colpiva la gomma portata dal meccanico addetto alla posteriore destra di Power, che gli stazionava davanti, proiettandolo contro la vettura del vice campione 2012.

Il drive-through, l’ultimo di una lunga serie oggi, comminato al neozelandese, lo toglieva dalla lotta per il primato – e da una migliore posizione in classifica generale, ancora comandata dal compagno di squadra di Power, Helio Castroneves, oggi settimo – dopo una gara sostanzialmente dominata dal Team Ganassi.

Le polemiche sulla sanzione per l’ennesima situazione controversa fra i due team più prestigiosi del campinato non si sono smorzate nemmeno con la bandiera a scacchi, con aperte accuse nei confronti del Team Penske, reo di aver volontariamente ostacolato il rientro di Dixon in corsia box, anche se la direzione gara, per bocca del direttore di corsa, Beaux Barfield, ha giustificato la penalità con l’attraversamento della linea che delimita la porzione di pitlane della vettura di Power. Dixon si classificherà P15 .

E’ stata una gara dura, spezzettata da ben 7 caution, una delle quali ha sicuramente penalizzato il runner-up odierno, Justin Wilson, toccato al giro 6 da EJ Viso, vera mina vagante odierna, al tornantino. La differente strategia di gara dell’inglese, partito con le “prime”, è stata adottata anche da James Hinchcliffe, ottavo al traguardo nonostante la botta rimediata da Saavedra ad inizio gara, e da Tony Kanaan, solo 13mo dopo una gara di testa e l’inevitabile drive-through per avere fatto girare il rientrante JR Hildebrand.

Completa il podio Dario Franchitti, a lungo in testa nelle fasi iniziali, ed incaricato di proteggere la posizione del compagno di squadra in gara ed in campionato. A seguire un positivo Marco Andretti, quarto, battagliero quanto basta per portare un piazzamento che lo riporta in auge nella lotta al titolo, davanti a Simon Pagenaud, ottimo quinto dopo essere partito dalla decima piazzola.

Sesto dopo una rimonta pressochè impossibile il campione in carica Ryan Hunter-Reay, penalizzato da una pessima strategia del box Andretti quando era stabilmente fra i primi tre. Completano la top ten Helio Castroneves, che con questo piazzamento riesce a rafforzare la propria leadership in classifica, una positivissima Simona de Silvestro e Sebastien Bourdais, cui un paio di errori di troppo hanno precluso una classifica migliore.

Fra i protagonisti anche un redivivo Graham Rahal, undicesimo alla bandiera a scacchi nonostante una sosta fuori programma per sostituire l’ala anteriore nel primo terzo di gara per un contatto a sandwich con Andretti e Pagenaud.

Solo 17mo Ryan Briscoe al rientro, a causa di una manovra azzardata nel finale che gli costava un drive-through mentre era stabilmente nella top ten, davanti al rookie James Davison, ancora una volta positivo al volante della seconda entry di Dale Coyne. Stop nel finale invece per il deb odierno, Lucas Luhr, a causa di un problema meccanico a 4 soli giri dal termine, e classificato 22mo dietro a Sebastian Saavedra, ultimo in ordine di uscita dei cinque ritirati odierni e vittima di un violento crash per fortuna senza conseguenze.

A quattro sole gare dalla fine, Castroneves conduce ora in classifica con 39 punti su Dixon, 62 su Hunter-Reay e 70 su Andretti. L’appuntamento con l’IndyCar già il prossimo weekend con il Grand Prix of Baltimore insieme all’Indy Lights e alla ALMS e con il ritorno di Luca Filippi in seno al team BHA.

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo


Stop&Go Communcation

Will Power torna alla vittoria al GoPro Grand Prix of Sonoma, 15ma prova dell’IndyCar Series 2013. L’australiano, che è il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/08/Power.jpg IndyCar – Sonoma, Gara: Power, trionfo fra le polemiche