Il tassello più importante del mercato IndyCar è andato a posto. Scott Dixon ha infatti rinnovato per il Team Ganassi con un accordo pluriennale.

Il 38enne veterano neozelandese ritornerà per la prossima stagione, la 18ma consecutiva, con lo stesso team col quale ha conquistato quattro titoli e 43 delle 44 vittorie, terzo pilota all-time dietro A.J. Foyt e Mario Andretti.

“Penso che quando si menziona Scott Dixon, i numeri e i record parlano da soli” ha affermato Chip Ganassi “Abbiamo raggiunto tanti traguardi insieme, ma non vedo segnali di rallentamento da parte sua. E’ sempre quello che lotta per il campionato, e che sai di dover battere se vuoi vincere. E’ un pilota che pensa sempre alla prossima gara e a come approcciarla, attaccarla e alla fine vincerla. Sono felicissimo di avere la possibilità di continuare questo rapporto e mi aspetto tanti altri anni di successi insieme”

Il pilota dal canto suo ha confermato che il team Ganassi è “il tipo di team owner per cui ogni pilota vorrebbe correre. Ti da’ tutto ciò che serve per vincere, col giusto gruppo di persone. Questa squadra è stata come una famiglia per me dal lontano 2002 e sono contento di rimanere qui a combattere per più vittorie, campionati e Indy 500 nei prossimi anni.”

L’accordo pluriennale dell’attuale leader della serie, ben 46 punti di vantaggio su Alexander Rossi a quattro gare dalla fine, toglie dallo scacchiere una pedina importante dal mercato, in particolare dal tormentone estivo McLaren-Andretti.

A questo scenario si aggiunge il criptico tweet di Fernando Alonso “14-08”, che dovrebbe riferirsi alla data in cui verranno resi finalmente noti i programmi dell’Asturiano, in scadenza di contratto con il team di Woking al termine della stagione.

Probabile un’estensione di un anno in Formula 1, ma le chances di vedere Alonso al via di St.Petersburg in marzo con una DW12 arancio papaya non sono comunque assolutamente azzerate. Certo è che il bicampione del mondo di F1 non si è dichiarato interessato ad una stagione parziale, e l’IndyCar, con un programma compresso da marzo a settembre, potrebbe essere – anche grazie ai ponti d’oro che Honda gli farebbe – il mezzo ideale per gestire anche eventuali conflittualità con gli impegni in endurance con Toyota.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Si conoscerà domani il futuro di Fernando Alonso?

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/08/08-13-Dixon-On-Pitlane-PreRace-DET.jpg IndyCar – Scott Dixon rinnova con Ganassi