Dominata dai piloti del Rahal Letterman Lanigan la due giorni di test collettivi dell’IndyCar Series presso l’ISM Raceway di Phoenix.

Takuma Sato ha issato in alto la DW12-Honda #30 in tre delle quattro sessioni di tre ore ciascuna, mentre a Graham Rahal sono andati gli onori nella sessione notturna di venerdì.

Al vincitore dell’ultima Indy 500 va la miglior media assoluta con 189.855 mph davanti a Will Power, Tony Kanaan e al campione in carica Josef Newgarden.

Ricordiamo che la pole position dello scorso anno fu conquistata da Helio Castroneves alla media sui due giri di 194.905 mph.

I test si sono volti senza particolari incidenti, nonostante l’aerodinamica completamente modificata dal nuovo aerokit. Da segnalare solo le evoluzioni del rookie Matheus Leist, protagonista di un testacoda nella prima giornata e di alcuni leggeri contatti nella sessione finale, che ha visto anche un rarissimo errore di Scott Dixon in curva 2. Alla seconda giornata non ha partecipato Kyle Kaiser con la monoposto del Team Juncos.

In generale, le nuove caratteristiche delle monoposto, soprattutto il minor carico aerodinamico, hanno imposto ai piloti un notevole cambiamento nello stile di guida. I pareri positivi dei primi test hanno però lasciato il passo, una volta finalmente in gruppo, alle difficoltà nel sorpassare, a causa della mancanza del classico effetto scia, come evidenziato da diversi driver.

Le squadre e i piloti dell’IndyCar Series torneranno a Phoenix per la gara in programma il 7 aprile. I test proseguiranno in maniera privata prima del season opener di St. Petersburg dell’11 marzo.

Piero Lonardo

La classifica combinata dei test di Phoenix


Stop&Go Communcation

La nuova aerodinamica mette alla prova i 23 piloti

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/02/Satocactus.jpg IndyCar – Sato e Rahal dominano i test di Phoenix