Will Power si aggiudica l’ennesima pole position nella quarta prova dell’IndyCar Series 2012. Sotto un cielo coperto ma ancora su pista asciutta, l’australiano ha preceduto tutti nel round finale con un miglior tempo di 1.21.4045, davanti all’eterno rivale Dario Franchitti sicuramente avvantaggiato, come tutte le vetture motorizzate Honda, delle recenti modifiche al turbocompressore, di 44 millesimi.

Ma veniamo alla cronaca. Il primo gruppo del round iniziale comprende tra le 13 vetture ben 3 delle 4 Dallara motorizzate Lotus presenti. Dopo un predominio iniziale di Justin Wilson il best lap di Will Power con 1.21.6133, davanti a Scott Dixon, James Hinchcliffe, Justin Wilson, Tony Kanaan e Marco Andretti, che avanzano tutti alla Fast Twelve. Settimo e primo degli esclusi Rubens Barrichello, che nell’ultimo sforzo utile impatta anche le barriere. Fuori anche il matattore di Long Beach, Simon Pagenaud, solamente nono dietro a JR Hidebrand.

Nel secondo gruppo, sulla carta nettamente più competitivo, miglior tempo per Dario Franchitti con 1.21.5667 che precede ed accompagna al turno successivo Ryan Hunter-Reay, Josef Newgarden, Mike Conway, sempre più a suo agio con la DW12, Ryan Briscoe e Graham Rahal. Solo decimo Helio Castroneves, per il disappunto del pubblico di casa che vede il solo T.K., fra i quattro piloti brasiliani presenti, avanzare far i primi dodici. Non è uscito e si qualifica ultimo Takuma Sato, che nel frattempo ha dovuto sostituire il proprio motore Honda e che sarebbe stato comunque arretrato di 10 posizioni sulla griglia di partenza.

Fast Twelve quindi con 6 macchine motorizzate Honda e 6 Chevy. Il più veloce è ancora una volta Will Power che mette d’accordo tutti con uno stratosferico 1.21.2718, lasciando a oltre 3 decimi James Hinchliffe, che fino a quel momento comandava la classifica. Avanzano alla Firestone Fast Six, che definirà come al solito le prime 3 file dello schieramento anche Scott Dixon, Dario Franchitti, Justin Wilson e Ryan Hunter-Reay al fotofinish su Graham Rahal, Mike Conway, Josef Newgarden, Ryan Briscoe e Marco Andretti, tutti nello spazio di un decimo a precedere l’idolo locale Tony Kanaan, che partirà dodicesimo in griglia.

Ancora una volta schieramento equamente diviso al 50% fra Honda e Chevrolet per la Firestone Fast Six, dove Will Power precede tutti, a partire dal rivale di sempre. Seconda fila per Scott Dixon e James Hinchliffe. Terza per Ryan Hunter-Reay e Justin Wilson.

A domani per la gara alle 18.30 ora italiana.

La griglia di partenza

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Will Power si aggiudica l’ennesima pole position nella quarta prova dell’IndyCar Series 2012. Sotto un cielo coperto ma ancora su […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/Pow1.jpg IndyCar – San Paolo, Qualifiche: Will Power ancora al top