L’attesissimo primo “assaggio” della IndyCar per Rubens Barrichello è arrivato oggi. Nella giornata di apertura dei test a Sebring il pilota brasiliano ha scoperto la Dallara DW12 del team KV Racing, al fianco del connazionale (e amico) Tony Kanaan. Prima di cominciare, Barrichello aveva scherzato: “Souna bene (riferendosi al motore Chevrolet turbo, ndr). Spero di non fare danni!”.

Parlare di un passaggio alla massima formula americana, per adesso, resta solo un gioco di ipotesi. “Rubinho”, in ogni caso, non ha escluso questa eventualità: “Staremo a vedere”.

“Ho sempre voluto provare una IndyCar”, ha ammesso al quotidiano Estado de Sao Paulo. “Ora non ho impedimenti, non avendo alcun contratto. Sono aperto a tutto e amo correre”. A chi gli ha ricordato la promessa fatta alla moglie Silvana Giaffone (il cui cugino Felipe ha corso in IndyCar dal 2001 al 2096) di non cimentarsi sugli ovali, Barrichello ha risposto: “È vero, è una questione importante da risolvere. Ma prima di pensarci, devo conoscere la vettura. C’è sempre la possibilità di guidare solo sui tracciati non-ovali”.

Perso il sedile alla Williams, l’obiettivo principale resta comunque la Formula 1: “Il sogno di disputare la ventesima stagione è sempre vivo. Non si sa mai. A volte le cose possono cambiare per molte ragioni: Kimi Raikkonen e Michael Schumacher sono tornate, non c’è motivo per cui non potrei farlo anche noi”.

“Il motivo per cui non sono ancora alla Williams non era per la mia guida. È risaputo che la squadra ha problemi di budget, ha scelto un’opzione più adatta ai propri bisogni. È comprensibile”.

Barrichello ha sottolineato di non aver alcun risentimento per il suo amico Bruno Senna, che ne raccoglierà il testimone.

C’è però un 2012 da programmare…


Stop&Go Communcation

L’attesissimo primo “assaggio” della IndyCar per Rubens Barrichello è arrivato oggi. Nella giornata di apertura dei test a Sebring il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/02/usa-300112-01.jpg IndyCar – Rubens Barrichello scende in pista a Sebring