Sono stati i due “brasiliani terribili” 42enni, Helio Castroneves e Tony Kanaan, cui l’IndyCar ha appena reso tributo per i 20 anni di carriera, i mattatori delle prove in vista del quarto appuntamento della serie, sull’ovale di Phoenix.

Helio Castroneves ha bissato la pole del 2016, producendosi nella media record di 194.905 mph. A seguire il paulista, tutto lo squadrone Penske a cominciare dal poleman della settimana scorsa a Barber Park, Will Power, e un sorprendente JR Hildebrand, abilitato dai medici della serie dopo l’infortunio subito a Long Beach.

Il vincitore della prova in Alabama, Josef Newgarden, P4, è stato il migliore dell’unico turno di libere, ostacolato dal forte vento del deserto che ha portato tantissima sabbia in pista tanto da interrompere con qualche minuto di anticipo la sessione.

Primo degli Honda Tony Kanaan, P6 dietro al campione in carica Simon Pagenaud; il bahiano qui ha già vinto due volte nel 2003 e nella vittoriosa campagna del 2004 con il team Andretti-Green. Completano la top ten Mikhail Aleshin, Scott Dixon, vincitore qui lo scorso anno, Marco Andretti ed il leaer dela classifica Sebastien Bourdais.

Ancora difficoltà in qualifica per Graham Rahal, 17mo, di poco davanti alle vetture del team Foyt ed al rientrante Ed Carpenter, qui alla prima stagionale, cui evidentemente non basta un complesso motore/aerodinamica Chevy per emergere.

Lo start della gara, che si terrà alla luce dei riflettori, alle 7.30 PM ora locale, le tre e mezza di notte in Italia.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere

I risultati delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

L’altro brasiliano terribile, Kanaan, 20 anni di carriera, P6 e primo degli Honda

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/04/helio_pole.jpg IndyCar – Phoenix, Libere e Qualifiche: Castroneves bissa la pole 2016