Josef Newgarden ed il team Penske escono dall’oscurità di St.Petersburg e si aggiudicano la prima gara su ovale della stagione presso l’ISM di Phoenix.

La gara è stata decisa nelle fasi finali, alla sola seconda neutralizzazione per il contatto di Ed Jones, fino a quel momento splendido secondo alla sua seconda corsa per li Team Ganassi, dietro il campione in carica, in curva 4 al giro 229 dei 250 previsti.

Newgarden e la sua crew guidata da Tim Cindric decidevano di entrare ai box e cambiare le gomme, come peraltro gran parte dei piloti in gara, lasciando Robert Wickens, James Hinchcliffe ed Alexander Rossi davanti.

Al restart, il nativo del Tennesse si installava subito in seconda posizione, inseguendo l’ex-DTM fino a superarlo di potenza all’esterno a tre giri dalla fine e conquistando cosi la sua ottava vittoria nella serie.

A podio insieme a Wickens anche Rossi, quest’ultimo costretto ad una furiosa rimonta dopo una penalità per aver colpito i propri meccanici ai box durante la caution per la toccata che metteva ko il deb Pietro Fittipaldi in curva 4.

Destino beffardo questa volta per il team di Dale Coyne, che dopo aver perso il giovane rookie, in quel momento undicesimo dopo la bella qualifica, era costretto a scontare la medesima penalità di Rossi anche col polesitter Sebastien Bourdais, dominatore della prima parte di gara, che in entrata slittava sulla piazzola quanto bastava per fare cadere l’addetto all’anteriore sinistra.

Purtroppo per il transalpino, una volta tanto la strategia del team non riusciva a supplire all’errore e, in assenza di ulteriori caution, a recuperare il giro di ritardo per un non eccelso tredicesimo posto finale

Fuori prematuramente anche Will Power, che aveva ereditato la testa della gara dopo il drive-through della #18, mentre il promettente rookie Matheus Leist veniva penalizzato dopo essere stato lasciato uscire su tre ruote dal Team Foyt.

Bene finalmente Scott Dixon, quarto, davanti a Ryan Hunter-Reay. Completano la top ten Ed Carpenter, Tony Kanaan, Graham Rahal e Simon Pagenaud, P10 a causa di un drive-through per avere colpito il proprio equipaggiamento ai box.

In classifica Newgarden, grazie anche al settimo posto di St.Pete, conduce ora con 77 punti, 5 in più di Rossi, unico pilota a podio in entrambe le gare, e 7 punti avanti a Bourdais. L’IndyCar Series tornerà già la prossima settimana con il Grand Prix of Long Beach

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo


Stop&Go Communcation

Gara decisa nel finale dalla seconda ed ultima neutralizzazione

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/04/new_win.jpg IndyCar – Phoenix, Gara: Newgarden in volata