L’IndyCar Series ha reso noto di avere siglato un accordo esclusivo pluriennale con la rete televisiva NBC per la trasmissione delle gare a partire dalla prossima stagione.

L’accordo si compone di otto gare in diretta, compresa la 500 miglia di Indianapolis e le sue qualifiche, e porrà fine alla storica collaborazione con l’altro major broadcaster, la ABC, che divideva con la NBCSN la trasmissione degli eventi della massima serie di monoposto a stelle e strisce.

L’accordo prevede che la NBCSN continui con la copertura delle restanti gare, e prevede anche un’estensione anche alla piattaforma NBC Sports Gold. La NBC collaborerà inoltre con la serie nella ricerca di un nuovo title sponsor, stante l’abbandono di Verizon al termine della presente stagione.

Nel frattempo, passata la sbornia di emozioni di St.Petersburg, i team si sono rimessi al lavoro per una sessione di test collettiva a Barber Park, sede della quarta gara dell’anno li 22 aprile prossimo.

A sorpresa, in pista una tantum anche Helio Castroneves, con una quarta macchina del Team Penske ed il numero 3. Il 42enne brasiliano, reduce da una sfortunata prova in quel di Sebring con l’Acura DPi, ha preso immediatamente confidenza con la nuova aerodinamica della vettura, indirizzando opportunamente i tecnici della squadra del “Captain”.

Non a caso le DW12-Chevy del Team Penske hanno dominato la classifica dei tempi, con Josef Newgarden, vincitore 2017, al top davanti a Will Power ed allo stesso Castroneves. A seguire le due vetture del Dale Coyne Racing con il trionfatore di St.Pete, Sebastien Bourdais, e Zachary Claman de Melo.

Castroneves tornerà al volante della nuova monoposto NEXT il 27 marzo prossimo ad Indianapolis, in preparazione della 102ma Indy 500. Qualche giorno prima, venerdì 23 marzo, sarà invece la volta dei test Honda presso il circuito stradale di Indianapolis; a questi test parteciperà anche Aaron Telittz.

Il giovane dominatore delle qualifiche di gara-1 del season opener dell’Indy Lights condividerà la DW12-Honda #5 dello Schmidt Peterson Motorsports, che usufruirà così di un giorno extra garantito dal nuovo regolamento sportivo della serie in tema di test, qualora si utilizzi un pilota della serie cadetta per mezza giornata.

Ufficializzata infine anche l’iscrizione di Pippa Mann alla prossima Indy 500 con la quarta macchina del Dale Coyne Racing. Per la 34enne pilotessa Britannica si tratta della settima partecipazione ad Indianapolis, la sesta con il team di Plainfield, che ricordiamo schiererà, oltre a Bourdais, anche Conor Daly e Pietro Fittipaldi.

La entry #63, che porta a 32 il numero degli iscritti fin qui confermati al “Greatest Spectacle in Racing”, è stata resa possibile ancora una volta grazie ad un’organizzazione benefica, la Donate Life Indiana (DLI), che si occupa di sensibilizzare i giovani verso la donazione di organi, cornee e tessuti.

L’aggiunta assai probabile di Jay Howard (iscrizione questa annunciata addirittura durante l’inverno) per l’SPM, di JR Hildebrand per Dreyer & Reinbold e dell’eterno Buddy Lazier, potrebbe riportate alla luce il cosiddetto “bump”, non più necessario dal 2015.

Piero Lonardo

I risultati dei test di Barber Park


Stop&Go Communcation

Penske al top a Barber Park. Telitz assaggerà la serie maggiore. Pippa Mann ancora a Indy

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/03/03-20-Castroneves-On-Course-ALAOpenTest.jpg IndyCar – Nuovo accordo esclusivo con la NBC dal 2019