Per Milka Duno è la terza squadra diversa in tre anni, sin dal debutto nella serie nel 2007, questa volta con un team decisamente superiore ai precedenti; è per questo motivo che la venezuelana crede di poter compiere grandi passi, ammettendo allo stesso tempo di sentire più pressione rispetto agli ultimi due anni, dove non ha dato mai la sensazione di poter competere neppure per le posizioni di rincalzo, finendo inesorabilmente in fondo al plotone ad ogni gara; il suo miglior risultato sinora è un undicesimo posto ottenuto a Fort Worth due stagioni fa.

“E’ un’ottima opportunità provare in questo grande team, è sempre il grande desiderio di un pilota poter guidare per questo genere di squadre. Il piano è di prendere parte all’intero campionato ”. La Duno sa di dover seriamente migliorare i suoi risultati per poter legittimare la sua presenza in un team con la reputazione di Newman-Haas (e più in generale nella IRL), ed è convinta di poterlo fare. “Ora tocca a me fare un buon lavoro, la squadra sa come vincere le gare, e quando si lavora duro e si hanno i giusti presupposti, si ottengono sempre grandi cose”.

Il compagno di squadra Robert Doornbos, anche lui al debutto nella IndyCar, si è reso subito conto con il settimo posto al termine della prima giornata di aver quasi del tutto chiuso il divario che separava il proprio team dai migliori nel 2008, sebbene l’olandese non faceva certo parte della squadra l’anno passato. “Stavo seguendo Briscoe e ad un certo punto non potevo crederci, stavo girando esattamente sugli stessi tempi. E loro hanno molta più esperienza di noi con la vettura. Quindi do pieno merito ai nostri ingegneri per il duro lavoro svolto nel corso dell’inverno”.

Riccardo De Nuzzo


Stop&Go Communcation

Per Milka Duno è la terza squadra diversa in tre anni, sin dal debutto nella serie nel 2007, questa volta […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/00_duno1.jpg IndyCar – Milka Duno prevede ottimi progressi con Newman-Haas