Sarà Ryan Hunter-Reay a partire dalla pole position domani nella Honda Indy 200 a Mid-Ohio. Il campione in carica, che manca dalla vittoria da quasi due mesi, ha segnato il miglior giro del weekend nella Firestone Fast Six con 1.05.3519. Al suo fianco Will Power, sempre in cerca della prima vittoria in questa sfortunata stagione 2013, a meno di 2 decimi.

A seguire Scott Dixon, con la prima vettura motorizata Honda, sempre più proteso verso la testa della classifica, a fianco di Marco Andretti. Terza fila per le altre due macchine del Team Ganassi di Charlie Kimball e Dario Franchitti, a riprova, qualora ce ne fosse ancora bisogno, della ritrovata competitività del team.

Male Luca Filippi, che partirà dal fondo dello schieramento, salvo eventuali penalità successive per cambi motore non autorizzati.

La qualifica inizia con una grande prestazione nel primo turno da parte di Simona de Silvestro, che approda alla Top Twelve con il quato tempo dietro il trio Ganassi formato da Dario Franchitti, Charlie Kimball e Scott Dixon, peraltro dopo essere stata a lungo in testa al gruppo. Insieme alla pilotessa svizzera dentro anche Justin Wilson ed EJ Viso.

Fuori di soli 6 centesimi James Hinchliffe, unico escuso dai primi 12 per il Team Andretti, sbattuto fuori da Wilson nei secondi finali, insiem al leader del campionato Helio Castroneves ed al migliore nelle libere del mattino, Josef Newgarden.

La sessione inizia invece malissimo per Luca Filippi, che esce subito alla curva 12 e provoca la prima red flag. Il pilota piemontese riesce a ripartire e rientra ai box ma, grazie alla penalità automatica che in questi casi viene applicata, domain dovrà partire in ultima fila.  Peccato perchè il miglior tempo segnato di 1.05.9847, il quarto assoluto del gruppo, gli sarebbe valso il passaggio al turno successivo al debutto.

Via libera nel secondo gruppo quindi per Ryan Hunter-Reay, Simon Pagenaud, Will Power, Tristan Vautier, Marco Andretti e James Jakes, Fuori per soli 67 millesimi Sebastien Bourdais, così anche Takuma Sato e Tony Kanaan, entrambi mai a proprio agio in questo weekend.

La Top Twelve è dominata da Will Power che segna un agevole 1.05.6843 davanti a Marco Andretti che balza in P2 negli istanti finali guadagnando la Fast Six insieme a Ryan Hunter-Reay e a tutte e tre le vetture del team Ganassi, con Dixon davanti a Franchitti e a Kimball, che raggiunge per la seconda volta in carriera la Fast Six dopo Barber.

Quarta fila per Wilson e Pagenaud, quinta per Simona de Silvestro e Jakes e infine sesta per Vautier, penalizzato da un contatto che gli ha rovinato l’aerodinamica, e Viso.

Come descritto poco sopra, nella Firestone Fast Six, Hunter-Reay segna il miglior tempo del weekend, precedendo Power, Dixon, Andretti, Kimball e Franchitti.

Appuntamento per i 90 giri di gara domani con start alle 3.40 PM ora locale. A partire da questa gara saranno effettive tre nuove regole inerenti il restart, le penalità e le gomme.

Riguardo il restart, se mancheranno 15 giri o meno, tutte le machine doppiate dovranno raggiungere il fondo del gruppo, mentre in caso di penalità da assegnare post-gara, i risultati dovranno essere inizialmente considerati provvisori. Infine, in caso di contatto di gara, la durata minima di due giri per ciascuna mescola di gomme verrà sempre considerata come conseguita. Chiaro, nel caso della penalità post-gara, il riferimento al caso di Franchitti nella prima gara di Toronto.

Piero Lonardo

La classifica delle libere-3

La classifica delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

Sarà Ryan Hunter-Reay a partire dalla pole position domani nella Honda Indy 200 a Mid-Ohio. Il campione in carica, che […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/08/08-03-RHR-At-MidOhio-Std.jpg IndyCar – Mid-Ohio, Libere 3 e Qualifiche: Hunter-Reay torna in pole. Peccato Filippi