Graham Rahal conquista la seconda vittoria stagionale sulla pista di casa a Mid-Ohio, proponendosi in modo ancora più prepotente nella corsa al titolo IndyCar 2015.

La corsa è stata sostanzialmente decisa dalle strategie, con il box del Team RLL impegnato sin dall’inizio a far recuperare posizioni alla DW12-Honda #15 dopo una qualifica non particolarmente brillante che aveva visto il figlio del grande Bobby solamente 13mo.

Al via era il poleman Scott Dixon a scattare bene dalla pole, rintuzzando l’attacco di Sebastien Bourdais, mentre il nostro Luca Filippi, fresco papà, dalla nona piazzola e in pochi giri, grazie anche alla prima caution per un’uscita di Charlie Kimball, arrivava persino ad insidiare la terza piazza di Helio Castroneves.

Rahal pittava prima di tutti al lap 14 dall’undicesima posizione e, grazie ad una seconda caution, forse esagerata, chiamata dalla direzione gara per alcuni detriti in pista dell’alettone di Stefano Coletti toccatosi con Takuma Sato, si ritrovava terzo dietro un insospettabile Tristan Vautier (ancora una gran gara la sua, dall’ultima piazzola al sesto posto finale), e al leader della classifica Juan Pablo Montoya.

Ma il capolavoro del team RLL si completava con un’altra botta di fortuna, allorquando al giro 66 Rahal effettuava la sua terza ed ultima sosta un attimo prima che venisse chiusa la corsia box per l’uscita di strada di Sage Karam in curva 5.

Montoya rimaneva intruppato nel gruppo, così Rahal emergeva al comando davanti ad un Justin Wilson strepitoso, finalmente aiutato a dovere dagli strateghi del team Andretti, a Simon Pagenaud e Scott Dixon, i quali avevano tutti anticipato la sosta, a differenza di Juan Pablo Montoya, costretto invece a rientrare solamente in 12ma posizione davanti a Power, Newgarden, Castroneves e Marco Andretti.

Le ultime fasi di gara hanno visto un ultimo attacco di Justin Wilson al restart della quarta ed ultima neutralizzazione della gara per l’ennesima uscita di strada di Charlie Kimball – quest’oggi più fuori che dentro la pista che lo vide vincitore nel 2013 – ma Rahal resisteva e portava a casa la seconda vittoria del 2015 davanti a Wilson e Pagenaud.

Completano la top ten Scott Dixon, Tony Kanaan, Tristan Vautier, Ryan Hunter-Reay, i cui meccanici hanno dovuto fare gli straordinari dopo un incidente nel warm-up, Jack Hawksworth, Carlos Munoz e Marco Andretti.

Luca Filippi, che nel finale era risalito fino alla settima piazza, è stato costretto ad abbandonare all’ultimo giro per mancanza di carburante.

Con questa vittoria Rahal si porta a soli 9 punti dal leader Montoya, classificato undicesimo, che continua a dominare la classifica a quota 465. Anche Dixon recupera portandosi col quarto posto odierno a -34 a due gare dalla fine. Speranza matematica ancora viva, con oltre 150 punti in palio (ricordiamo che Sonoma avrà punteggio doppio) anche per Helio Castroneves, oggi 15mo, ora a quota 407, un punto avanti al campione in carica Will Power, 14mo al traguardo.

Penultimo appuntamento della serie sul triovale di Pocono, il 23 agosto.

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo


Stop&Go Communcation

Ora sono solo 9 i punti da Montoya, oggi 11mo

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/08/Rahalwin2.jpg IndyCar – Mid-Ohio, Gara: Trionfo di Rahal sulla pista di casa