Dario Franchitti ha meritatamente conquistato la vittoria sul circuito di Mid-Ohio, dodicesimo atto della IndyCar Series, grazie ad una buona strategia e ad una difesa impeccabile nei confronti di Will Power, durante gli ultimi quindici giri della competizione. Il pilota scozzese del Ganassi Racing ha anticipato sul traguardo Power di solo cinque decimi ed Helio Castroneves, che ha completato il podio. Alex Tagliani, quarto classificato, ha occupato per 30 giri anche la prima posizione ed ha attuato una tattica molto aggressiva, come dimostra il pit-stop effettuato tre giri prima della caution iniziale.

Il quinto classificato Scott Dixon precede Ryan Briscoe ed un positivo Raphael Matos, driver del de Ferran Dragon Racing. Applausi a scena parte per Simona De Silvestro, sempre più a suo agio nella Dallara-Honda del Team Stargate Worlds/HVM ed autrice di una perfetta ottava piazza. Una gara da dimenticare per Andretti Autosport, come dimostrano la nona e la decima posizione ottenute rispettivamente da Marco Andretti e Ryan Hunter-Reay. Hunter-Reay, mentre usciva dalla piazzola poco dopo aver effettuato la sua prima sosta, è rimasto schiacciato a sandwich fra Ryan Briscoe ed Helio Castroneves ed ha dovuto far ritorno ai box per riparare l’ala anteriore e controllare i braccetti della sospensione sinistra. Tony Kanaan, che ha chiuso la corsa in 17a piazza, è stato condizionato da un lungo effettuato durante il primo giro e terminato con un passaggio nella via di fuga. Adam Carroll ed un’anonima Danica Patrick, ultimi due alfieri del team diretto da Michael Andretti, hanno terminato l’evento di Mid-Ohio rispettivamente in 19a e 21a casella. L’italiano Francesco Dracone ha terminato la corsa in 22a posizione, dinanzi alla pericolosa Milka Duno, che, da doppiata, ha rischiato di creare un incidente con Will Power prima e Danica Patrick poi.

Sono quattro i ritirati dalla corsa: Justin Wilson, E.J. Viso, Takuma Sato e Jay Howard. Al 22° giro di 85, Wilson ha tentato un sorpasso un po’ troppo ottimistico ai danni di Viso ed il ritiro è stato una semplice conseguenza per entrambi. Il pilota giapponese, alla 28a tornata, ha danneggiato il musetto della propria Dallara-Honda del KV Racing Technology contro le gomme di protezione. Jay Howard, infine, s’è eliminato da solo compiendo un testacoda e finendo la propria corsa nella ghiaia.

“Dodici anni fa, siglai la mia prima pole-position qui a Mid-Ohio”, ha commentato Dario Franchitti. “E’ molto soddisfacente. Penso che la chiave della corsa sia stata la velocità della mia vettura. Ho condotto ogni giro come se fosse stata una tornata di qualifica, sia davanti che dietro a Will Power. Un altro punto focale della corsa è stato il primo pit-stop, che mi ha permesso di passare in testa”.

“Non ho mollato alla fine per indurre Dario a fare un errore, lasciando che lui mi vedesse negli specchietti”, ha dichiarato Will Power. “Gli ho fatto capire che se avesse fatto un errore, lo sarei andato a prendere. Era l’unico modo che avevo per superarlo”.  Inoltre, col secondo posto di Mid-Ohio, Power ha vinto la classifica riservata alle gare su stradali.

Classifica – Mid-Ohio

Gabriele Sbrana


Stop&Go Communcation

Dario Franchitti ha meritatamente conquistato la vittoria sul circuito di Mid-Ohio, dodicesimo atto della IndyCar Series, grazie ad una buona […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/FULL14.jpg IndyCar – Mid-Ohio – Gara: La vittoria va nelle mani di Dario Franchitti, Will Power ottimo 2°