Il Michael Shank Racing ha rinunciato ufficialmente a correre full-season nella stagione 2013 ed ha comunicato di avere ceduto il telaio Dallara DW12 di sua proprietà allo Schmidt Petersen Motorsport, che lo utilizzerà per far correre il rookie Tristan Vautier, campione Indy Lights 2012.

Shank aveva già tentato di schierarsi alla 500 miglia di Indianapolis del 2012 con Jay Howard alla guida, ma il programma non aveva potuto concretizzarsi per mancanza di propulsori disponibili.

Nel frattempo, dopo la conferma di EJ Viso in seno al team Andretti Autosport, preannunciata da giorni su queste pagine, con una quarta entry condivisa insieme ad HVM e con il supporto di un intero paese, il Venezuela, un altro pilota sta meditando il ritorno alle ruote scoperte.

Si tratta di AJ Allmendinger, che dopo i recenti problemi di natura extrasportiva, potrebbe essere ingaggiato per la prossima stagione dell’IndyCar, a 7 anni dalla sua ultima partecipazione in monoposto in ChampCar.

Il team Penske sta pensando proprio ad AJ per la terza macchina da affiancare al vicecampione delle ultime tre stagioni, Will Power, e ad Helio Castroneves, al posto del veterano Ryan Briscoe, free agent quest’anno, e proverà la macchina, in virtù del grande rapporto che lega il “Captain” Roger Penske ad AJ, nei prossimi test di Sebring.

Nella foto, Allmendinger in Champ Car nel 2006 con il team Forsythe.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Il Michael Shank Racing ha rinunciato ufficialmente a correre full-season nella stagione 2013 ed ha comunicato di avere ceduto il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/02/allmendinger-2006-forsythe.jpg IndyCar – Michael Shank rinuncia, Viso confermato ed AJ Allmendinger spera