Quest’anno verrà sicuramente ricordato per il ritorno del marchio Lotus nel mondo IndyCar dopo decenni di assenza, ma il futuro per il marchio anglo/malese si prospetta essere molto più roseo granze ad un coinvolgimento da ‘protagonisti’ con la creazione di un proprio kit aerodinamico che andrà a vestire il telaio disegnato da Dallara sin dal 2012.

Lotus Racing vuole triplicare il suo impegno in America e la recente presentazione della nuova ‘base’ Dallara su cui ogni team o costruttore potrà sviluppare una propria veste aerodinamica ha subito suscitato gli interessi dei vertici Lotus che hanno commentato positivamente la scelta della IRL di usare una piattaforma comune per calmierare i costi.

L’eventuale ingresso di Lotus come costruttore (e come team) nella IndyCar potrebbe anche spingere la Cosworth, partner storico della casa inglese, a tentare il salto in IndyCar con un proprio motore, partendo dal fortunato Ford-Cosworth XFE che per anni ha spinto le monoposto della serie CART-Champ Car.

Buone notizie arrivano anche dagli USA dalla Ashmore Design (di Bruce Ashmore, creatore del progetto BAT) ha subito detto di voler prendere in seria considerazione la sfida che la progettazione di un valido kit aerodinamico rappresenta,  e dalla californiana Swift, che insieme alla inglese Lola si è mantenura su una linea prudente, dicendo di essere interessata ma di voler prendere tempo per decidere. Delta Wing ha subito fatto intendere di non essere interessata, mentre Penske e Ganassi dovrebbero essere i primi team a presentare le loro proposte.

Roberto Del Papa


Stop&Go Communcation

Quest’anno verrà sicuramente ricordato per il ritorno del marchio Lotus nel mondo IndyCar dopo decenni di assenza, ma il futuro […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/ts1.jpg IndyCar – Lotus interessata a progettare un suo aero-kit per il 2012