Penske in evidenza già nelle prime libere del GP of Long Beach, terza prova dell’IndyCar Series 2016.

Nella prima sessione Juan Pablo Montoya e Will Power hanno tenuto a bada il pacchetto degli inseguitori, col colombiano autore di 1.08.1290. Nella seconda l’australiano ha sbaragliato il campo piazzando un 1.07.5992 che vale la cima nella lista dei tempi della giornata.

Non è stato però strapotere assoluto Chevrolet come auspicato alla vigilia. Dietro il campione 2014 infatti si piazzano le due DW12 motorizzate Honda di James Hinchcliffe e Graham Rahal. Quest’ultimo per l’occasione sfoggia una nuova livrea, con il patrocinio del mitico Theodore Racing (nella foto) sotto la supervisione di Teddy Yip Jr.

A seguire il resto dello squadrone Penske con il leader del campionato Simon Pagenaud, Montoya ed Helio Castroneves. Solo ottavo il recente vincitore di Phoenix, il campione in carica Scott Dixon.

Buona prestazione anche per Mikhail Aleshin, P14, che ha scelto di onorare sulla sua vettura i 55 anni dal primo uomo nello spazio, il connazionale Yuri Gagarin, mentre Luca Filippi chiude la lista dei tempi, a 1”6 dal leader. A Segnalare un’unica interruzione durante la prima ora, a causa dell’ucita di Alexander Rossi, stampatosi sulle barriere della curva 8.

Oggi, sabato, in programma una terza ed ultima sessione di libere e le qualifiche, rispettivamente alla 10 AM e alle 2 PM, ora locale. Lo start del 45mo GP of Long Beach alle 1.45 PM di domenica 17 aprile.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 1

 

I risultati delle Libere 2


Stop&Go Communcation

Honda più vicine con Hinchcliffe e Rahal

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/04/Rahal.jpg IndyCar – Long Beach, Libere 1 e 2: E’ già Penske Power